proTELL

ProTELL: "Non ci lasciamo disarmare!"

Berna (ots) - proTELL accoglie favorevolmente il rifiuto, senza controproposta, da parte del Consiglio federale dell'iniziativa popolare "protezione contro la violenza perpetrata con le armi". La detenzione privata di armi dimostra la fiducia che lo Stato ripone nel cittadino/soldato. L'iniziativa popolare non combatte l'abuso bensì mira a disarmare il popolo. proTELL sostiene tutti i provvedimenti utili alla lotta contro l'abuso di armi. Con le norme vigenti si può affrontare in modo efficace l'abuso di armi. Con l'iniziativa popolare "protezione contro la violenza perpetrata con le armi" si vuole invece far credere ai cittadini che "l'assenza di detenzione di armi private = assenza di omicidi e suicidi". L'abuso di armi non è causato dalla detenzione privata di armi. La causa reale la si ritrova nello sviluppo della società. L'abuso di armi non può essere contrastato con ulteriori leggi a livello federale. I provvedimenti più efficaci sono la giusta applicazione della legge sulle armi vigente e l'educazione della società ad un utilizzo responsbile dei potenziali oggetti pericolosi. L'essere umano può utilizzare oggetti che presentano un potenziale pericolo come macchine, coltelli, corde, attrezzi da manovale, elettricità, veleni e preparati di ogni genere. Tuttavia, stando all'iniziativa popolare, d'ora in poi non dovrà più godere della responsabilità di: "detenere un'arma da fuoco, custodirla al domicilio così come utilizzarla per attività sportive e di caccia". L'iniziativa popolare ha uno scopo ideologico. Vuole togliere la fiducia dello Stato nel cittadino/soldato per quel che concerne la detenzione responsabile di armi. Mira ad un monopolio statale sulle armi. proTELL combatte l'iniziativa popolare con le società nazionali della "Comunità d'interesse per il tiro in Svizzera", perchè è inefficace contro l'abuso di armi e perchè non porta gli effetti desiderati a livello di politica statale e sociale. ots Originaltext: proTELL Internet: www.presseportal.ch Contatto: Willy Pfund ex CN, Presidente proTELL Tel.: +41/61/703'04'77 Mobile: +41/79/645'02'20

Ces informations peuvent également vous intéresser: