Swisstransplant

Swisstransplant: giornata nazionale della donazione organi - 8 settembre 2012

Swisstransplant: giornata nazionale della donazione organi - 8 settembre 2012
la tessera di donatore: Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch. L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "ots.photo/Swisstransplant".

Berna (ots) - Carenza di organi in Svizzera: ogni tre giorni muore una persona

Ogni tre giorni in Svizzera muore una persona perché un organo non è disponibile per salvarle la vita. Al momento le donne, gli uomini e i bambini in lista di attesa per un organo sono complessi-vamente 1067. In occasione della giornata nazionale della donazione organi indetta per il prossi-mo 8 settembre 2012, presso stand informativi presenti in tutta la Svizzera, le cittadine e i cittadini verranno sensibilizzati sull'importanza di prendere una decisione in merito a questo tema - per-ché donare un organo significa salvare una vita.

Andreas K. ha 21 anni, gioca a hockey e gode di una salute perfetta. Da un giorno all'altro i suoi reni smettono di funzionare a causa di una malattia ereditaria che non sapeva di avere. La sua vita è sconvolta. Da due anni e mezzo aspetta un nuovo rene. Deve fare la dialisi tre volte la settimana per quattro ore, non va più in vacanza, non può più lavorare a tempo pieno, non può più praticare sport. Come altre 1100 persone in Svizzera, passa il tuo tempo in attesa. In attesa della fatidica chiamata dell'ospedale. Andreas K. ha fortuna nella sfortuna perché è disponibile un organo compatibile che gli salva la vita. Ogni anno ci sono circa 100 persone che non sono altrettanto fortunate. Muoiono mentre stanno aspettando un organo per il trapianto oppure vengono in certi casi tolti prima dalla lista di attesa perché il loro stato di salute degenera.

Carenza di organi in Svizzera nonostante un sistema sicuro

Il numero di donatori di organi in Svizzera è circa la metà rispetto a quello dei Paesi confinanti. Nel confronto europeo ci posizioniamo quindi tra i fanalini di coda. «A cinque anni di distanza dall'entrata in vigore della legge sui trapianti e dall'introduzione del sistema nazionale per l'allocazione degli organi, purtroppo non si registra ancora un miglioramento delle cifre relative ai donatori», dichiara Franz Immer, direttore di Swisstransplant, per sintetizzare la situazione. Franz Immer può comprendere solo in parte le preoccupazioni e le paure dei cittadini in merito al sistema di donazione degli organi: «La Svizzera dispone nel contesto europeo di un sistema sicuro con molti livelli di controllo. Grazie alla presenza di diversi comitati composti da personale medico e non medi-co, è praticamente impossibile che si verifichi un abuso qui da noi.»

Stand informativi in tutta la Svizzera per la giornata nazionale della donazione organi

Da un sondaggio condotto da Swisstransplant quest'estate su un campione di 500 persone è emerso che circa il 76% degli intervistati ha già riflettuto sul tema della donazione degli organi, ma solo il 26% dispone di una tessera di donatore. Franz Immer afferma in proposito: «È fondamentale che le persone prendano una decisione sulla donazione degli organi, compilino una tessera di donatore e informino i propri familiari della loro decisione.» In occasione della giornata nazionale della donazione organi indetta per il prossimo 8 settembre 2012, saranno allestiti in tutto il Paese degli stand informativi all'interno degli ospedali e in altri luoghi presso i quali degli operatori specializzati forniranno informazioni al pubblico e distribuiranno tessere di donatore. «Solo se ci saranno più persone disposte a donare i propri organi dopo la morte, diminuirà il numero dei pazienti che muoiono ogni anno mentre sono in lista d'attesa», aggiunge Franz Immer.

Tutti i dettagli sugli stand informativi saranno disponibili da lunedì 3 settembre 2012 sul sito www.swisstransplant.org.

Dati e cifre

- Alla fine di agosto del 2012 ci sono 1067 persone in lista di attesa per un organo in Svizzera.

- Ogni anno muoiono circa 100 persone a causa della carenza di organi, ovvero in media una persona ogni tre giorni.

- Nel 2011, in Svizzera sono stati trapiantati complessivamente 504 organi.

- I tempi di attesa più lunghi sono quelli per un rene (in media 833 giorni nel 2012).

- Il donatore più anziano in Svizzera aveva 88 anni. Per la donazione di organi ciò che conta è lo stato di salute e non l'età.

- Ad ogni donazione vengono effettuate fino a 140 telefonate a ospedale, medici, coordinatori dei trapianti, addetti al trasporto ecc. per l'assegnazione degli organi.

Swisstransplant - fondazione nazionale per la donazione e il trapianto di organi

Swisstransplant è la fondazione nazionale per la donazione e il trapianto di organi ed è responsabile su incarico della Confederazione dell'attribuzione degli organi ai pazienti. Swisstransplant organizza a livello nazionale tutte le attività relative all'assegnazione degli organi e collabora con le organizzazioni di allocazione estere. Inoltre, gestisce la lista di attesa per i pazienti riceventi.

È possibile scaricare la tessera di donatore dal sito www.swisstransplant.org oppure ordinarla gratuitamente al numero 0800'570'234 .

Presentazione alla stampa del film «Tutti Giù»

Dopo la prima al Festival di Locarno, il 5 settembre il film «Tutti Giù» (con Lara Gut) del regista ticinese Niccolò Castelli sarà proiettato in anteprima al CineStar di Lugano. Una delle storie dei tre giovani protagonisti ruota attorno al tema della donazione e del trapianto di organi. Swisstransplant sostiene questo progetto e sarà presente sul posto.

Tutti Giù di Niccolò Castelli

Mercoledì, 5 settembre 2012, dalle ore 19:00

Lugano, verrà presentato in anteprima al CineStar di Lugano

Per maggiori informazioni: www.imagofilm.ch

Contatto:

Informazioni sulla situazione in Svizzera / sul tema «donazione di
organi»:
PD Dr. Franz Immer, Direttore Swisstransplant
Tel.: +41/31/380'81'33



Ces informations peuvent également vous intéresser: