Verein PRS PET-Recycling Schweiz

Prolungata l'azione di ricerca del PET: Sempre ancora 7 milioni di bottiglie di PET irreperibili!

Vedere fotografia: http://www.presseportal.ch/de/story.htx?firmaid=100005801 Zurigo (ots) - Con l'azione di ricerca del PET "Ogni bottiglia conta!", vista nell'estate 2004 su cartelloni, TV e al cinema, PET-Recycling Schweiz poteva con successo animare la popolazione alla raccolta del PET. Nel 2004 la quota di raccolta venne aumentata da 71 a 74 percento! Tuttavia mancano sempre 7 milioni di bottiglie per raggiungere il 75 percento prescritto dalla Confederazione. Per questo motivo ora viene prolungata l'azione di ricerca del PET. L'ex investigatore della trasmissione "Aktenzeichen-XY" Konrad Toenz è ora sostenuto nella sua trasmissione dal suo ex collega di Vienna Peter Nidetzky. Nuovo intervento del " capo investigatore" Konrad Toenz alla TV Per riguadagnare anche le ultime bottiglie disperse al riciclaggio, l'azione di ricerca delle bottiglie viene ora prolungata. Come lo scorso anno la campagna viene diretta alla TV da Konrad Toenz, il noto "capo investigatore" svizzero della trasmissione "Aktenzeichen-XY". Il suo impegno per PET-Recycling è una questione di onore: "Sono io stesso un riciclatore e sto molto attento affinché i miei rifiuti vengano riciclati nel migliore dei modi." Toenz è sostenuto anche all'estero: Peter Nidetzky, il moderatore per 32 anni della trasmissione "Aktenzeichen-XY" dal suo ufficio di Vienna, partecipa quale "Pietro Nidezzi" alla grande battuta. Pure lui si sente in dovere di impegnarsi per questa campagna: "L'idea del riciclaggio è assolutamente sensata e degna di essere sostenuta." Toenz e Nidetzky riferiscono insieme dei primi successi sulla ricerca di bottiglie di PET irreperibili, poiché dall'ultimo spot pubblicitario molta gente ha già comunicato interessanti informazioni sul tema. Pubblicità supplementare nel settore del tempo libero Soprattutto le bottiglie per bevande di PET consumate strada facendo o nel settore del tempo libero finiscono troppo raramente in un sacco per la raccolta del PET. Per questa ragione PET-Recycling Schweiz tenta ora con più forza di convincere concretamente la gente in questi settori. Da poco anche la radio con brevi comunicati e la stampa con piccoli annunci mettono in evidenza la raccolta del PET. Sono inoltre stati sviluppati slogan umoristici da diffondere con gli altoparlanti e poter trasmettere durante le manifestazioni del tempo libero e le feste. PET è un materiale valido PET è un materiale valido, riciclabile al 100 percento. Fondamentalmente non perde le sue proprietà, può dunque essere elaborato più volte in prodotti validi. Chi riporta le bottiglie per bevande di PET vuote, rispetta l'ambiente. Attualmente dalle bottiglie vuote se ne possono produrre di nuove. In questo modo si raggiunge un ottimale ciclo chiuso del materiale, molto rispettoso dell'ambiente. In questo modo, paragonando al ciclo di produzione di materiale vergine, si può risparmiare 60 percento di energia. Una nuova bottiglia per bevande di PET può essere prodotta con al massimo 80 percento di PET riciclato. La Confederazione prescrive una quota di riciclaggio del PET di 75 percento. Nel 2004 venne raggiunta una quota di 74 percento. Manca dunque solo 1 percento, che corrisponde a circa 7 milioni di bottiglie di PET, cioè a una bottiglia per abitante in Svizzera. Se in un futuro prossimo non si riuscisse a raggiungere il traguardo fissato, la Confederazione potrebbe introdurre un deposito sulle bottiglie di PET. Tale deposito sarebbe per tutti i componenti- commercio e consumatori - molto caro e scomodo. Con i costi supplementari per l'organizzazione bisognerebbe calcolare da 8 a 16 centesimi per bottiglia. ots Originaltext: PET-Recycling Schweiz Internet: www.presseportal.ch Contatto: Jean-Claude Würmli PET-Recycling Schweiz Naglerwiesenstrasse 4 8049 Zurigo Tel. +41/44/344'10'91 Fax +41/44/344'10'99 Internet: http://www.petrecycling.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: