Campagna "5 al giorno"

"5 al giorno": la licenza per vivere sani

Berna (ots) - In occasione del lancio del film di Wallace & Gromit "La maledizione del coniglio mannaro", "5 al giorno" avvia una campagna per attirare l'attenzione del pubblico sui suoi temi. I simpatici personaggi di plastilina invitano la popolazione svizzera a consumare più frutta e verdura. La campagna "5 al giorno" offre ai produttori e ai rivenditori di frutta e verdura l'occasione di collocarsi in un contesto interessante, all'insegna di una sana consapevolezza nutrizionale. La licenza "5 al giorno" può essere acquisita per prodotti ortofrutticoli e indica le porzioni di 120 g contenute nel prodotto. La licenza riportata sul prodotto serve al consumatore come orientamento e sostegno per un'alimentazione sana ed equilibrata con 5 porzioni al giorno di verdura e frutta. "5 al giorno" è una campagna nazionale per la promozione del consumo di verdura e frutta. La campagna punta al miglioramento dello stato di salute, al benessere e al rafforzamento delle difese dell'organismo. Il messaggio è chiaro e semplice: chi consuma 5 porzioni al giorno di verdura e frutta si alimenta in modo equilibrato, contribuendo in maniera decisiva alla propria salute e al proprio benessere. Numerosi studi scientifici provano che frutta e verdura - grazie al contenuto in vitamine, sostanze minerali, microelementi e fibre alimentari - mantengono in forma il corpo. La licenza per i prodotti ortofrutticoli Le ditte che acquisiscono la licenza "5 al giorno" hanno la possibilità di collocarsi in un contesto interessante, all'insegna di una sana consapevolezza nutrizionale. L'offerta è rivolta a produttori e commercianti di frutta e verdura fresche ma anche di prodotti a base di frutta e verdura - dai surgelati alla frutta secca, alle minestre di verdura o ai succhi vari. I licenziatari hanno diritto di apporre il logo "5 al giorno" su prodotti, imballaggi e strumenti di comunicazione. La condizione per l'acquisizione della licenza è che il prodotto sia costituito da almeno 120 g di verdura o frutta cruda e non contenga più di 1,25 g di sale per 100 g. Il 10 per cento al massimo dell'energia del prodotto può provenire da zuccheri aggiunti e il 30 per cento da grassi. Molti vantaggi per i licenziatari I licenziatari di "5 al giorno" trarranno molti vantaggi, dal momento che la popolazione svizzera conosce bene il logo di "5 al giorno". In un sondaggio dell'istituto di ricerca di mercato "Link", il 37 per cento degli interpellati ha affermato di aver già sentito, visto o letto qualcosa sulla campagna. Il logo di "5 al giorno" è sinonimo di qualità, benessere e piacere e trasmette un chiaro messaggio. Ma i licenziatari approfittano anche dell'immagine positiva dei sostenitori: Lega svizzera contro il cancro, Ufficio federale della sanità pubblica e Promozione Salute Svizzera sono istituzioni impegnate efficacemente a difesa della salute della popolazione svizzera. Chi acquisisce la licenza approfitta anche del grosso lavoro di pubbliche relazioni e di pubblicità della campagna. Inoltre nelle newsletter, in internet e nelle pubblicazioni dei sostenitori si informa periodicamente della collaborazione coi licenziatari. Orientamento per un'alimentazione equilibrata Ma la licenza, oltre all'interesse che presenta per i licenziatari, porta vantaggi anche per i loro clienti: il logo "5 al giorno" mostra quante porzioni di verdura sono contenute in un determinato prodotto. Un esempio attuale è costituito da due minestre liofilizzate della ditta Maggi, che dall'inizio di ottobre sono munite del logo della campagna "5 al giorno", fornendo cos" al consumatore informazioni concrete e un orientamento per un'alimentazione equilibrata. Attualmente le seguenti aziende sono licenziatarie di "5 al giorno": Freshbox (www.freshox.ch), Meypa (www.meypa.ch), Maggi (www.maggi.ch), HPW (www.bomarts.ch) e Hero (www.hero.ch) ots Originaltext: Campagna "5 al giorno" Internet: www.presseportal.ch/fr Contatto: Ursula Zybach responsabile della campagna "5 al giorno" Tel. +41/31/389'91'51 E-Mail: zybach@swisscancer.ch Barbara Iseli responsabile della comunicazione Tel. +41/31/389'92'10 E-Mail: iseli@swisscancer.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: