Discours Suisse

Discours Suisse - Paradisi fiscali in Svizzera tedesca: un tema che divide sia a destra che a sinistra (Scheda 1)

    Berna (ats)/ (ots) - I paradisi fiscali sollevano controversie sia a destra che a sinistra. Nel PLR hanno fatto scalpore le affermazioni del consigliere nazionale Ruedi Noser contro i privilegi fiscali per le holding e i ricchi stranieri. A sinistra il dibattito si è acceso sul sostegno del PS di Zugo agli sgravi per il ceto medio.

    In un'intervista pubblicata a metà marzo dal domenicale "Sonntag", il consigliere nazionale zurighese ed ex vicepresidente del PLR Ruedi Noser aveva definito "insostenibili" i privilegi concessi alle holding estere e si era schierato contro i forfait fiscali per i ricchi stranieri, da lui considerati "iniqui" nei confronti dei contribuenti svizzeri.

    La presa di posizione - fatta a pochi giorni dalla decisione del Consiglio federale di adeguare il segreto bancario agli standard OCSE - era avvenuta senza consultare gli altri vertici del partito e il presidente Fulvio Pelli si era detto "deluso e irritato". Noser aveva ammesso di essersi esposto eccessivamente, precisando di aver parlato a titolo personale. E nelle settimane successive ha annunciato che alla fine di giugno avrebbe lasciato la carica di vicepresidente del PLR.

    A distanza di qualche mese, il consigliere nazionale ha ribadito la sua opinione. "La Svizzera ha una posizione di partenza eccellente nel contesto della concorrenza fiscale internazionale". Dovrebbe quindi evitare di attirare "substrato fiscale estero" utilizzando due pesi e due misure. "Simili strategie - secondo Noser - ci mettono inutilmente sotto pressione a livello internazionale".

    A Zugo l'argomento che ha diviso la sinistra è stata una mozione del PS cantonale che ha chiesto di anticipare di un anno, ossia nel 2010, l'introduzione di uno sgravio fiscale per il ceto medio. "Il 'partito delle tasse' che si schiera per uno sconto fiscale?" si sono chiesti in molti. "La posizione è più differenziata di quanto sembra e le nostre proposte non sono affatto in contrasto con l'iniziativa del PS svizzero 'per imposte eque'", ha affermato la granconsigliera e presidente del PS di Zugo Barbara Gysel.

    La sinistra è concorde quando si tratta di combattere i privilegi fiscali per le persone giuridiche e i super ricchi. Lo sgravio per il ceto medio - ha proseguito la Gysel - "non ha nulla a che fare con la concorrenza fiscale, ma semmai è un contributo per far fronte ai problemi sociali che tale concorrenza causa".

ots Originaltext: Discours Suisse                                                        
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Discours Suisse
c/o FORUM HELVETICUM
Case postale 5600
Lenzbourg 1
Tel.:    +41/62/888'01'25
Fax:      +41/62/888'01'01
E-Mail: info@forum-helveticum.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: