Discours Suisse

Discours Suisse - Storia svizzera - Scheda 2 - Alla ricerca di un manuale di storia

Scheda 2 Berna (sda/ots) - Elaborare un manuale di storia adatto alle esigenze scolastiche è un'impresa "storica". Nel corso degli anni si sono succeduti diversi libri, nessuno dei quali ha però convinto tutti i cantoni della Svizzera romanda. All'inizio del secolo scorso, il Canton Vaud per la prima volta impose un manuale di storia di riferimento, scritto dal professore e politico radicale Paul Maillefer. Un giovane docente di Yverdon non lo volle però utilizzare, avendo egli stesso concepito un libro a suo dire "migliore" che distribu" - gratis - agli studenti. Dopo una lunga, testarda e vana lotta contro il manuale statale, venne pensionato anticipatamente a 48 anni. Questa vicenda illustra sia l'import anza attribuita ai manuali, sia la difficoltà di trovare un consenso unanime. La ricerca di un libro di storia accettato da tutta la Svizzera romanda non è infatti ancora terminata. Nel canton Vaud viene oggi utilizzato "L'Histoire générale", manuale edito da LEP (Loisirs et Pédagogie): esso descrive l'evoluzione della storia elvetica parallelamente a quella mondiale, ma è privo di supporti didattici. I cinque volumi hanno sostituito il celebre manuale di Georges-André Chevallaz, impiegato fino all'inizio degli anni Novanta, ma criticato per la sua interpretazione superficiale del ruolo della Svizzera durante la Seconda guerra mondiale. In alcuni cantoni viene ancora utilizzato il manuale friburghese pubblicato da Fragnière, tradotto anche in italiano. Molti docenti si basano inoltre sui manuali francesi, integrando nelle lezioni fotocopie, video e testi specifici, tra cui la versione semplificata del rapporto Bergier di Pietro Boschetti. Recentemente sono peraltro stati pubblicati diversi libri divulgativi sulla storia svizzera: di Georges Andrey ("Histoire de la Suisse pour les nuls"), Grégoire Nappey ("Histoire suisse", corredato di fumetti di Mix & Remix) e Jo'lle Kuntz ("L'histoire suisse en un clin d'oeil"). Essi danno una visione d'insieme lineare, ma sono destinati al grande pubblico più che alle esigenze specifiche delle sedi scolastiche e degli storici in erba. ots Originaltext: Discours Suisse Internet: www.presseportal.ch/fr Contatto: Discours Suisse c/o FORUM HELVETICUM Case postale 5600 Lenzbourg 1 Tel.: +41/62/888'01'25 Fax: +41/62/888'01'01 E-Mail: info@forum-helveticum.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: