Discours Suisse

Discours Suisse - Sans-Papiers in Svizzera Condizioni più difficili con nuova legge asilo

Scheda Berna (ats/ots) - C'è poco entusiasmo negli ambienti interessati per la nuova legge sull'asilo proposta dal Consiglio federale e su cui il Consiglio nazionale dibatterà a settembre. I timori espressi riguardano soprattutto la possibilità di trovarsi con un numero crescente di clandestini e oneri maggiori per i cantoni, resposabili per l'applicazione della legge. Per il consigliere di stato Luigi Pedrazzini il timore maggiore è che il disegno di legge rischi di incrementare, anche se non in modo omogeneo a livello nazionale, il fenomeno della clandestinità. Inoltre è probabile che cresca anche il numero di NEM. Dello stesso parere pure Marco Di Blasi, dei senzavoce, che taccia di mera propaganda politica l'uso di tale soggetto da parte di "certi partiti". Si tratta pur sempre "di persone che fuggono dalla miseria e dalle guerre", dice. Inoltre, fanno notare sia Pedrazzini che Di Blasi, le domande d'asilo sono diminuite nell'ultimo anno. Prima di varare nuove norme, sarebbe quindi più opportuno monitorare a fondo l'evolversi della situazione. Il disegno di legge nella sua forma attuale "rischia di diventare un problema grosso per i cantoni" - sostiene Pedrazzini, poiché si tende a voler semplicemente trasferire la pressione dalla Confederazione ai cantoni. Nei Grigioni invece - spiega il capo della polizia degli stranieri Heinz Brand - la legge non dovrebbe avere conseguenze pratiche, anche perché le questioni sull'asilo dipendono quasi esclusivamente dalla disponibilità dei cantoni ad applicare le misure previste a livello federale. Ma viste le dimensioni ridotte del problema nei Grigioni e più in generale in tutta la Svizzera orientale, le discussioni sulla legge non suscitano un grande interesse. ots Originaltext: Discours Suisse Internet: www.presseportal.ch Contatto: Discours Suisse c/o FORUM HELVETICUM Case postale 5600 Lenzburg 1 Tél. +41/62/888'01'25 Fax +41/62/888'01'01 E-Mail: info@forum-helveticum.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: