Conf. des inspecteurs cant. des forêts

Politica forestale e ricerca scientifica per il bosco: conferenza autunnale dei Capiservizio forestali dei Cantoni (CFC)

    Zurigo (ots) - In vista della revisione della Legge federale sulle foreste si è tenuta a Briga la conferenza dei Capiservizio forestali dei Cantoni per discutere di politica forestale e di ricerca scientifica sul bosco. Le strategie cantonali e federali di una nuova politica forestale sono state dibattute in presenza di ospiti rappresentanti organizzazioni del bosco e del legno come pure della natura, del paesaggio e dell'ambiente. Hanno partecipato circa 50 persone. La conferenza è stata condotta da Ueli Meier, Caposervizio forestale dei Cantoni di Basilea Città e Basilea Campagna, presidente della CFC dal 1° luglio 2006.

    Politica forestale:

    punto di partenza delle discussioni sono state le priorità di politica forestale della Conferenza dei Direttori forestali cantonali (FoDK), la nuova politica ambientale dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e il programma forestale svizzero (WAP-CH). In questo contesto si delinea una chiara tendenza: la politica forestale vuole rafforzare, accanto al fondamento sociale ed ecologico, anche quello economico. A lungo termine si vuole costruire una politica forestale basata sui tre pilastri economia-ecologia-società, dopo aver, per tanti anni, trascurato specialmente la parte economica. Una premessa essenziale è tuttavia una migliore e più chiara ripartizione dei compiti tra Stato e proprietari di bosco.

    Ricerca sul bosco:

    Nel contempo, la conferenza ha trattato i temi legati alla ricerca e alla formazione. In base alle nuove linee direttive della Scuola politecnica federale di Zurigo (SPZ) in ambito di management del bosco e del paesaggio, alla riorganizzazione dell'Istituto di ricerca federale WSL e alla creazione della nuova facoltà di economia forestale alla Scuola universitaria professionale di Zollikofen, i campi di ricerca devono essere ridefiniti. Per i classici campi di ricerca ecologia, paesaggio e società è stata proclamata la necessità di metterli in relazione ai valori economici. Per finire la conferenza chiede un giusto bilanciamento tra ricerca pura e ricerca applicata che serva agli operatori del bosco.

    Bosco - selvaggina:

    uno dei temi che occupa da sempre gli operatori forestali nella ricerca e sul terreno sono le relazioni tra il bosco e la selvaggina. La conferenza respinge definitivamente le conclusioni diramate lo scorso 18 luglio dai media derivanti da un progetto del Fondo Nazionale di Ricerca in quanto troppo unilaterali e non sufficientemente differenziate. Essa sostiene integralmente la posizione della Società forestale svizzera e del Gruppo di selvicoltura di montagna (GSM). Le autorità forestali e venatorie sono chiamate ad occuparsi di maniera oggettiva dei problemi che risultano dal fragile equilibrio bosco - selvaggina.

    Bosco di protezione:

    a conclusione dei lavori i membri della conferenza hanno visitato il bosco che protegge la linea ferroviaria della BLS nel tratto iniziale partendo da Briga. Senza irrigazione e cure continue di questo bosco la funzione di protezione non potrebbe essere garantita.

ots Originaltext: Capiservizio forestali dei Cantoni (CFC)
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Svizzera italiana:
Marco Delucchi
Caposezione forestale TI, Bellinzona
Tel. +41/91/814'36'55

Svizzera tedesca:
Otmar Wüest
Segretario della CFC
Tel.    +41/44/299'95'62

Svizzera francese:
Walter Schwab,
Caposervizio Cantone FR, membro del comitato CFC
Tel. +41/26/305'23'43



Plus de communiques: Conf. des inspecteurs cant. des forêts

Ces informations peuvent également vous intéresser: