BIO SUISSE

BIO SUISSE: Mercato bio in crescita

Conferenza stampa annuale di marted" 22 marzo 2005 alle ore 10.15 a Berna Berna (ots) - Attualmente in Svizzera 6'420 aziende agricole sono gestite secondo le direttive BIO SUISSE. Nel 2005, altri140 agricoltori convertiranno le proprie aziende all'agricoltura biologica. Ciò rappresenta un aumento del 2,2% rispetto al 2004. Ottima anche la crescita della cifra d'affari conseguita con prodotti bio. Nel 2004 il mercato globale del biologico in Svizzera è aumentato di oltre il 3% per un totale di 1,19 miliardi di franchi. Ciò dimostra che i consumatori preferiscono alimenti di qualità a prodotti a basso prezzo. Attualmente in Svizzera sono gestite secondo le direttive della BIO SUISSE 6'420 aziende agricole, pari all'11,2% di tutte le aziende. L'agricoltura biologica è particolarmente diffusa nelle zone di montagna. In Svizzera è in testa il Canton Grigioni con una quota del 52% circa di aziende biologiche. La conversione di aziende all'agricoltura biologica continua, tuttavia gli anni di frenetica crescita sono passati. Il numero di bioagricoltori nonché la percentuale della "superficie bio" si stanno stabilizzando ad un alto livello. 112'000 ettari di terreno o il 10,5% dell'intera superficie agricola utile sono gestiti in regime biologico. Stefan Odermatt, segretario centrale della BIO SUISSE valuta positivamente la crescita consolidata: "Noi puntiamo a una crescita quantitativa durevole e soprattutto qualitativa. La domanda e la produzione di prodotti bio devono stare in equilibrio." Il mercato globale di prodotti bio è aumentato anche nel 2004 Il mercato globale di prodotti bio nel 2004 è aumentato di oltre 3% a 1,19 miliardi di franchi. Pro capite gli svizzeri hanno speso in media 160 franchi per prodotti bio. Sono sempre richiesti soprattutto i prodotti freschi (carne, latticini, pane, uova, verdura, frutta, ecc.). Con questi prodotti si è raggiunta una cifra d'affari di 692 milioni di franchi, pari a una quota di mercato del 7% circa. La dinamica tuttavia è diversa per i vari gruppi di prodotti. Lo sviluppo è particolarmente forte per quanto riguarda le uova biologiche con le quali è stata raggiunta una cifra d'affari di circa 40 milioni di franchi, il 15% in più rispetto all'anno scorso. Nella Svizzera romanda, con un aumento del 33% della cifra d'affari con uova bio la crescita addirittura fulminante. In tutta la Svizzera il formaggio da taglio bio, la panna bio, le uova bio e la verdura bio sono i prodotti bio con il maggiore tasso di crescita. La cifra d'affari conseguita con il latte bio e il pane bio si è stabilizzata ad un alto livello. Un impulso della cifra d'affari nel mercato bio è dato da prodotti nuovi, in particolare da pesci, panna per caffè UHT, prodotti bio regionali (soprattutto formaggio) e prodotti pronti. Cordelia Galli Bohren, responsabile della comunicazione presso la BIO SUISSE, considera intatte le possibilità di un'ulteriore crescita del mercato bio: "Il tema dei prezzi, che attualmente pesa fortemente sul mercato bio, lascerà nuovamente il posto a una rivalutazione della qualità." Non si vuole tuttavia abbandonare l'obiettivo finale di una cifra d'affari complessiva con prodotti bio di 2 miliardi di franchi, aggiunge Cordelia Galli Bohren. Sfida latte bio Due grandi sfide caratterizzano l'attuale mercato del latte bio: - nel 2004 è stato prodotto un eccesso di ca. 24 milioni di kg di latte (+ ca. 20%). - entro il 2009 la Confederazione abolirà il contingentamento del latte regolamentato dallo Stato. Gradualmente le organizzazioni agricole assumono ora il compito di regolare la quantità di latte. Gli agricoltori Gemma sono disposti ad assumersi questa responsabilità. A partire dal 1° maggio 2005 i bioagricoltori che vogliono vendere latte Gemma devono pertanto aderire a una delle sei organizzazioni per il commercio di latte. Queste misure renderanno trasparenti i flussi di latte Gemma. Il segretario centrale della BIO SUISSE motiva cos" questo passo: "La BIO SUISSE si attende da questo provvedimento una migliore regolazione della quantità. Sfida carne bio L'allevamento degli animali è un aspetto importante del concetto di ciclo in agricoltura biologica. La produzione di latte bio e di formaggio bio implica anche l'offerta di carne bio. Soprattutto per le aziende biologiche nella zona alpina e in regioni isolate, la produzione di carne assumerà grande importanza. La situazione sul mercato della carne bio da qualche anno è invariata: la vendita di animali bio, in particolare di bovini bio, registra un alto tasso di crescita, che tuttavia non corrisponde ancora allo smercio desiderato. Difficoltà nello smercio di carne bio impediscono lo sviluppo dell'intero ramo. L'incremento dello smercio della carne è molto importante per il futuro dell'agricoltura biologica. Secondo il segretario centrale Stefan Odermatt, la commercializzazione di carne bio rimane pertanto una preoccupazione centrale della BIO SUISSE. ots Originaltext: BIO SUISSE Internet: www.presseportal.ch/fr Contatto: Regina Fuhrer presidente BIO SUISSE tel. +41/33/356'36'64 cellulare +41/79/723'80'59 Stefan Odermatt segretario centrale BIO SUISSE tel. +41/61/385'96'27 cellulare +41/79/752'59'54 Jacqueline Forster-Zigerli relazioni pubbliche Tel. +41/61/385'96'25 cellulare +41/79/704'72'41

Ces informations peuvent également vous intéresser: