scienceindustries

Pubblicate per la seconda volta le retribuzioni concernenti le collaborazioni tra le aziende farmaceutiche e i fornitori di assistenza sanitaria

Zurigo (ots) - Come già accaduto l'anno scorso, oltre 60 aziende farmaceutiche operanti in Svizzera pubblicheranno sui loro siti Internet le retribuzioni per servizi di consulenza e prestazioni di servizio ai fornitori di prestazioni nel settore sanitario, al più tardi entro il 30 giugno 2017. Questa trasparenza ha lo scopo di promuovere la fiducia nella preziosa collaborazione tra le suddette parti e quindi fornire un contributo all'elevata qualità dell'approvvigionamento sanitario dei pazienti e delle pazienti.

Lo scambio tra le aziende farmaceutiche e i medici, le farmacie, gli ospedali nonché le istituzioni di ricerca e le organizzazioni dei pazienti è indispensabile per la ricerca e lo sviluppo di nuove cure e terapie. Soltanto grazie all'ininterrotto scambio di esperienze possono essere sviluppate e provate nuove terapie e si possono migliorare quelle già esistenti. Da ciò risultano cooperazioni tra l'industria e i vari fornitori di prestazioni nel settore sanitario, come collaborazioni nel campo della ricerca, attività come conferenzieri in occasione di congressi, partecipazioni in organi consultivi ecc. Da queste varie attività risultano indennizzi appropriati per i fornitori di prestazioni.

Al fine di rendere tali rapporti più trasparenti al pubblico, l'Associazione europea dei produttori farmaceutici EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) ha varato il «EFPIA Disclosure Code». In Svizzera scienceindustries, in accordo con altre associazioni farmaceutiche svizzere, ha elaborato il codice di cooperazione farmaceutico (CCF). Finora, oltre 60 imprese hanno sottoscritto il CCF. In rapporto al volume d'affari, esse coprono oltre l'80% dell'intero mercato farmaceutico in Svizzera.

Il CCF prescrive che le aziende farmaceutiche regolino legalmente la loro collaborazione con specialisti e organizzazioni sanitarie. Ogni anno, le aziende farmaceutiche sono tenute a presentare sui loro siti Internet l'indennizzo di queste prestazioni di servizio per l'anno precedente, al più tardi entro il 30 giugno. Dopo la prima pubblicazione avvenuta nel 2016, quest'anno le ditte firmatarie rivelano per la seconda volta i loro compensi ai fornitori di prestazioni nel settore sanitario. Così facendo, i loro versamenti effettuati a specialisti e organizzazioni specialistiche per le loro prestazioni di servizio sono trasparenti e le cerchie di persone interessate riescono a farsi un'immagine di come si svolgano tali rapporti.

Con l'iniziativa si vuole rafforzare ulteriormente la fiducia nell'approvvigionamento sanitario e nella ricerca. In Svizzera, il rispetto del CCF è sorvegliato dal Segretariato dei Codici annesso a scienceindustries, l'associazione delle industrie Chimica Pharma Biotech.

Maggiori informazioni: https://www.scienceindustries.ch/pkk

Contatto:

scienceindustries:
Marcel Sennhauser
marcel.sennhauser@scienceindustries.ch
Tel. +41 44 368 17 44

Interpharma:
Sara Käch
sara.kaech@interpharma.ch
Tel. +41 61 264 34 14



Plus de communiques: scienceindustries

Ces informations peuvent également vous intéresser: