Helsana Gruppe

La cooperativa d'acquisti Helsana, Sanitas e CPT crea chiarezza nelle tariffe ospedaliere

Zurigo (ots) - La cooperativa d'acquisti Helsana, Sanitas e CPT (HSC) è soddisfatta del risultato delle trattative tariffali individuali con gli ospedali eseguite per la prima volta in tutta la Svizzera. Con l'80 per cento degli ospedali figuranti negli elenchi cantonali, ossia gli ospedali con un mandato di prestazioni cantonale, è stata convenuta di comune accordo una tariffa per l'assicurazione di base per il 2012. In questo modo HSC, insieme alla maggioranza degli ospedali, ha creato chiarezza nelle tariffe ospedaliere per i clienti comuni. HSC si opporrà contro le "tariffe di lavoro provvisorie 2012" previste da alcuni Cantoni, con le quali si vogliono abolire temporaneamente le stipulazioni tariffali raggiunte di comune accordo.

L'anno 2012 apporta nuove condizioni quadro nell'assicurazione di base per i Cantoni, gli ospedali e gli assicuratori: il nuovo finanziamento ospedaliero e l'introduzione dei forfait per caso DRG. A causa del nuovo sistema si sono dovute rinegoziare le tariffe ospedaliere. Per creare i presupposti per una maggiore concorrenza in merito alla qualità e all'efficienza, Helsana ha eseguito le trattative di quest'anno in una cooperativa d'acquisti, cui appartengono anche Sanitas e CPT, indipendente dall'associazione mantello santésuisse e dalla sua filiale tarifsuisse. Michael Willer, il membro della Direzione del gruppo responsabile per il settore Prestazioni: "La decisione di negoziare con gli ospedali indipendentemente da tarifsuisse ha dato buoni frutti. Abbiamo fatto delle ottime esperienze. Siamo convinti che su questa strada non solo possiamo offrire ai nostri clienti un'assistenza medica di elevata qualità a costi ragionevoli, ma anche contribuire a una maggiore competitività in merito alla qualità e all'efficienza nel settore sanitario svizzero."

HSC è riuscita a concludere convenzioni tariffali con circa l'80 per cento degli ospedali in Svizzera dell'ambito acuto-somatico. Complessivamente si tratta di circa 250 convenzioni. L'elevato tasso di tariffe stipulate è considerevole se si tiene conto che presupposti centrali per le negoziazioni tariffali, quali gli elenchi ospedalieri o le chiavi di distribuzione dei costi, erano disponibili, a seconda dei Cantoni, in qualità differente e in parte con notevoli ritardi. Non sono state possibili trattative in particolare con le cliniche universitarie (eccetto Basilea). Nei casi in cui non si è trovato un accordo sono in corso le procedure di fissazione delle tariffe dei Cantoni competenti.

Soluzioni consensuali anziché un diktat dello Stato

La filosofia di HSC per le trattative tariffali era: "contratti partenariali anziché imposizioni statali". La convinzione è che quanto convenuto a livello partenariale è più sostenibile delle soluzioni in cui lo Stato deve decidere. Le soluzioni partenariali si contraddistinguono da una maggiore accettazione e dimostrano l'esistenza di un clima positivo tra le parti, il che facilita la collaborazione nel lavoro quotidiano. In questo modo si evitano onerose disposizioni successive e, per le cliniche come per Helsana, viene creata sicurezza nelle pianificazioni, che, in ultima analisi, ha effetti positivi per gli assicurati e i pazienti. Che ora singoli Cantoni intendano sostituire per il 2012 le convenzioni tariffali raggiunte da HSC con tariffe di lavoro provvisorie è inaccettabile. HSC si opporrà. Gli interventi incomprensibili dei Cantoni creano un'incertezza del diritto e provocano, a causa del rischio di procedure retroattive, un elevato onere amministrativo supplementare.

Creati i presupposti per una maggiore concorrenza nella qualità e nell'efficienza

Nelle negoziazioni tariffali, HSC si è basata principalmente sui criteri dell'efficienza e della qualità e ha messo alla base tariffe (base rate) adeguate per ogni ospedale. Il calcolo del base rate per ogni ospedale fondava su una base unitaria e criteri trasparenti. In questo modo HSC ha garantito una procedura equa per tutti i partner contrattuali e ha contemporaneamente tenuto conto in modo adeguato delle caratteristiche di ogni ospedale. L'obiettivo non era di negoziare prezzi possibilmente bassi già nel primo anno del nuovo sistema. Il passaggio ai forfait per caso è per tutti gli attori del settore sanitario un grande passo e una situazione unica. Soprattutto gli ospedali devono dapprima abituarsi alla nuova situazione e HSC ne ha tenuto conto adottando nelle trattative una strategia orientata alla collaborazione. Le basi per una maggiore concorrenza nella qualità e nell'efficienza sono quindi state create.

In linea di massima HSC ha stipulato convenzioni di un anno per il 2012. Nei prossimi mesi raccoglierà le esperienze acquisite nell'attuazione, nell'andamento dei costi, nel flusso dei dati e nella fatturazione, di modo da tenerne conto nelle trattative per il prossimo periodo tariffale. Michael Willer: "Per potere sfruttare i vantaggi del nuovo sistema, abbiamo bisogno di una qualità dei dati sufficiente degli ospedali. Per il successo sarà decisivo che in questo ambito non si facciano compromessi iniqui."

Il gruppo Helsana

Il gruppo Helsana è l'assicuratore malattia e infortuni leader in Svizzera. Ai suoi clienti privati e aziendali offre un'assistenza integrale nell'ambito della salute e della previdenza nonché in caso di malattia e infortunio. Con premi incassati pari a 5,5 miliardi di franchi, l'azienda occupa una posizione di punta sul mercato assicurativo svizzero. Il gruppo Helsana è presente in tutta la Svizzera e occupa 3000 collaboratori. Il gruppo non è quotato in borsa ed è organizzato sotto forma di holding. Esso comprende Helsana, Progrès, sansan, avanex e maxi.ch. (Per maggiori dettagli: www.helsana.ch ).

Il gruppo Helsana assicura quasi 1,9 milioni di persone in Svizzera contro le conseguenze finanziarie di malattia e infortunio, nonché per la maternità e la vecchiaia. Nel segmento dei clienti aziendali, gestito soltanto con il marchio Helsana, assicura 55'000 aziende e associazioni (con oltre 700'000 assicurati) contro le conseguenze economiche dell'incapacità al lavoro dei collaboratori dovuta a infortunio e malattia. I servizi nell'ambito del management sanitario aziendale completano l'offerta.

Contatto:

Ufficio stampa Helsana
Tel.: +41/43/340'12'12
E-Mail: media.relations@helsana.ch


Ces informations peuvent également vous intéresser: