Stiftung GEN SUISSE

Giornate della ricerca genetica 2006: "Tecnologia genetica nella vita quotidiana nel 2020" Un incontro programmato anche in Ticino

Cinque settimane di scienza da afferrare al volo

    Berna (ots) - Grazie alle "Giornate della ricerca genetica", che hanno inizio oggi, per cinque settimane l'opinione pubblica avrà un'ulteriore possibilità di dialogo con la scienza. Il punto fondamentale delle oltre 50 manifestazioni che si terranno dal 1° maggio al 9 giugno 2006 in 16 sedi in tutta la Svizzera, sarà il tema "Tecnologia genetica nella vita quotidiana nel 2020". "Le Giornate della genetica", afferma Christoph Caviezel, Responsabile dell'Agenzia per la promozione dell'innovazione KTI/CTI, "creano interazioni fruttuose tra scienza, popolazione, politica e media." Anche in Ticino le giornate della genetica saranno presenti con un dibattito sulle analisi genetiche prenatali organizzato dalla ASIRB (Associazione della Svizzera Italiana per la Ricerca Biomedica) il 10 maggio.

    Tecnologia genetica nel quotidiano: oggi e domani

    Negli ultimi 15 anni l'impiego di metodi della tecnologia genetica nella ricerca si è sviluppato ulteriormente, diventando uno strumento onnipresente e irrinunciabile. L'analisi dei processi biochimici del corpo, la diagnosi e la terapia di malattie, la formazione di resistenze nelle piante - ovunque vengono utilizzati metodi della tecnologia genetica. Ma dove porta questo percorso? In che misura la tecnologia genetica influenzerà la nostra vita quotidiana in futuro? Per il Professor Denis Duboule, Responsabile del Polo di ricerca nazionale Frontiers in Genetics, una cosa è certa: "Entro il 2020 ci attendiamo conquiste significative nel settore della tecnologia genetica. Molto si sta già delineando nei lavori di ricerca attuali e nelle nuove scoperte."

    Dagli asparagi alle zecche...

    Circa la metà delle oltre 50 manifestazioni dell'edizione di quest'anno delle Giornate della ricerca genetica sono dedicate al tema centrale "Tecnologia genetica nella vita quotidiana nel 2020". La gamma degli argomenti trattati è vastissima. In questo modo scuole, anziani o studenti di liceo interessati possono programmare una visita nel laboratorio di riferimento per le epidemie animali, partecipare a un corso in un laboratorio genetico, parlare con neurologi di patologie causate da prioni in stand informativi, discutere con botanici sul futuro della coltivazione agricola tra 15 anni, oppure prendere parte a una conferenza sulla trasmissione di malattie da parte delle zecche e molto altro ancora. Inoltre più di 70 posti di prova offrono la possibilità, unica nel suo genere, di prestare personalmente la propria collaborazione in un laboratorio per un'intera giornata e di essere assistito a tu per tu da un ricercatore. All'ottava edizione delle "Giornate della ricerca genetica" partecipano complessivamente 56 istituti e organizzazioni provenienti da tutte le aree del paese. Il Professor Dieter Imboden, Presidente del Consiglio della ricerca del Fondo nazionale svizzero FNS, riassume: "I visitatori delle Giornate della genetica comprenderanno chiaramente l'importanza che i metodi basati sulle tecnologie genetiche rivestono oggi per la ricerca di base e quali applicazioni ne potranno derivare nei prossimi dieci, vent'anni."

    Dibattito in Ticino

    Quest'anno l'ASIRB (www.asirb.ch) organizza e sponsorizza un dibattito aperto al pubblico che avrà come tema la diagnosi genetica prenatale. La diagnosi prenatale è un insieme di analisi il cui scopo è di stabilire se il nascituro è o potrà essere affetto o meno da certe anomalie genetiche gravi e incurabili. I recenti progressi tecnologici scaturiti dal progetto "genoma umano" permettono già sin d'ora diagnosi sempre più ampie e precise del feto. Oggigiorno queste analisi hanno come unico scopo la salute del futuro nascituro. Ma fino a dove ci si potrà spingere? Sarà un giorno possibile riconoscere il bambino perfetto? Queste sono alcune domande che si cercheranno di approfondire con il prof. Graziano Pescia, specialista di genetica medica e direttore medico dei laboratori AMS di Losanna. Il dibattito avrà luogo il 10 maggio alle 20:30 presso il Canvetto Luganese a Lugano. Moderatore della serata sarà il dr. Giovanni Pellegri che, forte della sua esperienza ai "Caffè scientifici", cercherà di stimolare e coinvolgere l'interesse dei presenti. La serata à gratuita ed aperta a tutti.

    Per ulteriori informazioni rivolgersi a dr. Carlo Regazzoni, ASIRB, CP266, 6932 Breganzona (regazca@hotmail.com, tel: 091.7301992).

Il programma completo è disponibile al sito www.gentage.ch.

ots Originaltext: Gen Suisse
Internet: www.presseportal.ch/fr

Contatto:
Segreteria "Giornate della ricerca genetica"
c/o Gen Suisse
Casella postale
3000 Berna 14
Tel.      +41/31/356'73'84
Fax        +41/31/356'73'01
E-Mail: info@gentage.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: