SWITCH

SWITCH: Il Servizio svizzero di composizione delle controversie per i nomi a dominio ha successo a livello internazionale

    Zurigo (ots) - Il Servizio di composizione delle controversie per i nomi a dominio .ch e .li creato da SWITCH è molto apprezzato e si è affermato nel primo anno di esistenza. Lo dimostra il numero di casi che non devono più essere risolti ricorrendo a un procedimento civile. Il Servizio di composizione delle controversie viene gestito a Ginevra dall'Arbitration and Mediation Center della WIPO (World Intellectual Property Organization).

    Una parte che si sente lesa nei suoi diritti perché un terzo ha registrato un nome a dominio può raggiungere un'intesa facilmente, rapidamente e a costi contenuti grazie al Servizio di composizione delle controversie. La controversia viene dapprima sottoposta a un conciliatore. Questo mira, come mediatore tra le parti, a un componimento amichevole. Se non si perviene a un'intesa, il richiedente può esigere il ricorso a un esperto, che decide poi se il nome a dominio contestato lede i diritti del richiedente e va pertanto trasferito a quest'ultimo.

    Per esperienza, l'apertura di un procedimento per la composizione di una controversia vale al pena se vi è una chiara violazione di un diritto. Questa è data se soltanto il richiedente detiene un diritto a un segno distintivo come, per esempio, a un nome, a una ditta o a un marchio, ma non il detentore del nome a dominio.

    Tuttavia, se anche l'avversario del richiedente detiene almeno uno di questi diritti al nome a dominio contestato, è preferibile il procedimento civile al Servizio di composizione delle controversie. In questo caso il giudice procede a un bilanciamento degli interessi in conflitto, cosa che l'esperto non può fare nell'ambito del Servizio di composizione delle controversie, perché egli prende una decisione soltanto nel caso di una chiara violazione del diritto.

    Statistica dei procedimenti durante i primi 12 mesi

    - 26 procedimenti concernenti 54 nomi a dominio.

    - 16 procedimenti si sono conclusi senza il ricorso all'esperto, nella maggior parte dei casi in seguito a un'intesa tra le parti.

    - In 10 casi le parti sono pervenute a un'intesa già prima di ricorrere a un conciliatore.

    - 6 procedimenti sono stati decisi da un esperto. Tra essi si annoverano, per esempio, i nomi a dominio "rhäzünser.ch" o "feldschlössli.ch".

    - In 5 decisioni è stato ordinato il trasferimento del nome a dominio al richiedente. Nella decisione "lenzerheide-valbella.ch" è stata respinta una richiesta al riguardo.

    - 4 casi sono ancora aperti.

    - Di regola, un caso viene risolto entro un massimo di 90 giorni e costa 500 franchi per il procedimento di conciliazione e, se si arriva alla decisione di un esperto, 2'000 o 2'500 franchi a seconda del numero di nomi a dominio interessati.

    - Le decisioni della WIPO sono impugnabili mediante un procedimento civile. Finora non si è ancora fatto ricorso a questa possibilità.

    Retroscena

    La creazione di un Servizio di composizione delle controversie è stato auspicato dalla comunità Internet della Svizzera sulla scorta di uno studio rappresentativo. Su incarico di SWITCH, il WIPO Arbitration and Mediation Center di Ginevra gestisce da un anno esatto un Servizio di composizione delle controversie tagliato su misura per le esigenze svizzere. http://www.switch.ch/it/id/disputes/

    Oltre a ciò, il WIPO Arbitration and Mediation Center segue procedimenti per 43 altri "country code Top Level Domains", per esempio .fr o .nl. Per le controversie relative a nomi a dominio registrati in uno dei "generic Top Level Domains" (come .com, .biz o .info) viene applicata la Uniform Domain Name Dispute Resolution Policy (UDRP), ai sensi della quale da dicembre del 1999 al WIPO Arbitration and Mediation Center sono già stati avviati più di 7000 procedimenti con parti di 120 paesi.

    SWITCH - Die Stiftung SWITCH betreibt das Schweizer Wissenschaftsnetz, das den Hochschulen den Zugang zur Informationsgesellschaft garantiert. Das Hochleistungs-Netzwerk verbindet Benutzer innerhalb der Schweiz, mit Europa und Übersee.

    Der Betrieb dieses Netzwerkes liefert SWITCH das notwendige Know-how und bildet die technologische Basis für den Betrieb der Registrierungsstelle für Domain-Namen unter .ch und .li.

ots Originaltext: SWITCH
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
SWITCH
Roland Eugster
Limmatquai 138
Postfach
CH-8021 Zürich
Tel.         +41/1/253'98'73
Fax          +41/1/268'15'68
E-Mail:    press@switch.ch
Internet: http://www.switch.ch



Plus de communiques: SWITCH

Ces informations peuvent également vous intéresser: