hotelleriesuisse

hotelleriesuisse è favorevole al finanziamento aggiuntivo dell'AI

    Bern (ots) - L'associazione degli imprenditori del settore alberghiero svizzero dice SI al decreto federale sul finanziamento aggiuntivo temporaneo dell'assicurazione invalidità (AI) mediante l'aumento delle aliquote dell'imposta sul valore aggiunto. La votazione popolare sul disegno si terrà il 27 settembre.

    La direzione dell'associazione di hotelleriesuisse è in favore di un SI a questo progetto condividendo pertanto la posizione del Consiglio federale e del Parlamento. Per il settore, la garanzia a lunga scadenza delle opere sociali AI e AVS è di importanza fondamentale e contribuisce all'attrattiva dell'ubicazione economica Svizzera. Per questo motivo hotelleriesuisse ha anche aderito al comitato economico «JA zur Rentensicherheit» («Sì a rendite sicure»).

    Risanamento dell'AI, salvaguardia dell'AVS

    Negli ultimi anni, la situazione finanziaria dell'AI è nettamente peggiorata e richiede urgenti misure di risanamento. hotelleriesuisse caldeggia il finanziamento aggiuntivo dell'AI che prevede un temporaneo aumento proporzionale dell'imposta sul valore aggiunto e consentirà un risanamento dell'AI entro il 2017. La recente decisione del Parlamento, di rimandare di un anno la messa in vigore, rafforza il potere d'acquisto dei consumatori e, dal punto di vista di hotelleriesuisse costituisce una risposta adeguata alla difficile situazione congiunturale. Attualmente, i debiti dell'AI vengono coperti dall'AVS. In caso di accettazione del disegno, l'AVS sarà sgravata venendo l'AI dotata di un proprio fondo di compensazione.

    Le riforme sono indispensabili

    Un no al finanziamento aggiuntivo dell'AI impedirebbe la concretizzazione del piano di risanamento ideato dal Consiglio federale e dal Parlamento. Inoltre comporterebbe in futuro un mas-siccio aumento dei costi di risanamento e misure incisive che potrebbero dar luogo a sostanziose decurtazioni delle rendite. Anche il depauperamento del patrimonio dell'AVS in seguito ai deficit dell'AI non verrebbe fermato. Infine, un no bloccherebbe la 6a revisione dell'AI. hotelleriesuisse ritiene importante che la revisione venga affrontata al più presto prevedendo la stessa importanti tagli delle spese.

ots Originaltext: hotelleriesuisse
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Nora Fehr
Responsabile Comunicazione
Tel.:    +41/31/370'42'80
Mobile: +41/79/310'48'32
E-Mail: nora.fehr@hotelleriesuisse.ch



Plus de communiques: hotelleriesuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: