hotelleriesuisse

hotelleriesuisse festeggia il suo anniversario e guarda con dinamismo al futuro

    Berna (ots) - "Il futuro del settore alberghiero svizzero", questo è il nome dello studio che hotelleriesuisse ha affidato al Gottlieb Duttweiler Institut in occasione del suo 125° anniversario. I risultati vengono presentati oggi al pubblico. La presentazione di David Bosshart, CEO del Gottlieb Duttweiler Institut, segna l'inizio della manifestazione ricca di eventi, che l'Associazione degli albergatori svizzeri celebra nella Kursaal di Berna alla presenza di 600 invitati.

    In occasione dei suoi 125 anni, hotelleriesuisse, l'Associazione degli albergatori svizzeri, ha affidato al Gottlieb Duttweiler Institut, un think tank indipendente, l'elaborazione di uno studio di tendenza. "Il futuro del settore alberghiero svizzero" unisce le più recenti conoscenze specialistiche con il sapere emerso dai workshop degli esperti e da un sondaggio online condotto tra i conoscitori del settore e gli albergatori. Ne è scaturita un'opera orientata alla pratica, che traccia le principali tendenze future sul mercato alberghiero e offre svariati suggerimenti per il settore alberghiero e turistico. Lo studio non propone soluzioni garantite, bens" mostra vie molto promettenti e sprona il settore a mostrare più coraggio e forza innovativa.

    Sette tesi per il futuro del settore alberghiero

    Gli autori del Gottlieb Duttweiler Institut si sono orientati ad aspetti estremi, ritenendoli più realistici e, in relazione alla forza di immaginazione e innovazione del settore, di maggior effetto. Le sette tesi, in cui sono riassunte e addensate le conoscenze ricavate dallo studio, contengono perciò anche elementi esplosivi:

    - L'hotel è morto: mangiare, bere e dormire - questa era l'offerta

  degli hotel del passato. Oggi le aspettative sono molto superiori.

    - La classe media batte la mediocrità: il segmento medio deve cambiare, specializzarsi in nicchie esclusive. Non servono maggiori offerte, bens" offerte uniche.

    - L'hotel gemello virtuale diventa un must: solo chi si dota di un'identità virtuale interessante resta interessante anche nel mondo fisico.

    - I futuri re non perdonano: i clienti sanno cosa vogliono. E vogliono un bel po'. Tuttavia, spesso gli albergatori conoscono poco queste esigenze.

    - I nomadi globali del lusso non si accontentano di una yurta: per

  entusiasmare la clientela sempre più internazionale, è necessario un know-how culturale. Ma non basta. Turisti individuali, superricchi e uomini d'affari sono una nuova    classe globale di nomadi abituati al lusso, la cui provenienza geografica    passa in secondo piano.

    - L'hotel è un'isola di socievolezza: nel nostro mondo sempre più anonimo cresce il bisogno di networking e di incontri. Pertanto, anche negli alberghi gli spazi comuni diventano più importanti di quelli privati.

- Mondi contrapposti - i conventi della wellness creano covi di vizi: gli ospiti vogliono l'imbarazzo della scelta. Meglio abbracciare il trend della wellness con i bagni di fanghi e il tè verde? Oppure dare un taglio alla quotidianità    festeggiando e flirtando con altri viaggiatori fino alle prime ore del    mattino?

    Un'ulteriore chiave per il futuro: l'archivio alberghiero

    La fondazione "Hotelarchiv Schweiz", anch'essa presentata nella cornice dei festeggiamenti per l'anniversario, si pone come importante contributo per il mantenimento di testimonianze storiche e come fondamento per il futuro. Come illustra nella sua breve presentazione lo storico dell'architettura e conservatore di monumenti Roland Flückiger, l'archivio alberghiero, promosso da hotelleriesuisse, ha il compito di raccogliere, ordinare e mettere a disposizione degli interessati documenti sulla storia del settore alberghiero e del turismo. "Ciò è estremamente necessario perché l'elaborazione del passato storico costituisce un importante fondamento per l'ulteriore successo del settore alberghiero e del turismo svizzero."

    Serata di gala e discorso della Presidente della confederazione Calmy-Rey In occasione della serata di gala all'insegna del motto "125 anni di spirito pioneristico ed innovazione", hotelleriesuisse accoglierà 600 invitati, rappresentanti della politica, dell'economia e della società. Il passato e il futuro del settore alberghiero, ma anche le sfide del presente, saranno i temi trattati nel discorso per i festeggiamenti della Presidente della confederazione, Micheline Calmy-Rey, e nei saluti rivolti dal Consigliere di stato bernese Andreas Rickenbacher e del copresidente dell'Associazione degli albergatori austriaci Sepp Schellhorn. Nel suo discorso e nella discussione con Kurt Aeschbacher in veste di presentatore, Guglielmo L. Brentel, presidente di hotelleriesuisse, sottolinea che il settore alberghiero e il turismo hanno ancora molto lavoro da fare: "Se oggi brindiamo al volo ad alta quota del settore alberghiero svizzero e ad un futuro molto promettente, non dobbiamo dimenticare l'Euro forte e la congiuntura favorevole, nostri potenti propulsori", aggiungendo che, se il settore vuole essere competitivo nel lungo termine, dovrà investire nell'innovazione, nelle prestazioni materiali e di servizi, nei prodotti e nei collaboratori. "Inoltre un marketing efficiente e condizioni quadro favorevoli alle imprese sono requisiti fondamentali per un successo di lungo periodo."

    Per un settore alberghiero orientato al futuro

    hotelleriesuisse conta 3'200 membri, tra cui 2'200 hotel. Essi generano circa il 77 percento dei pernottamenti alberghieri. I compiti principali di hotelleriesuisse comprendono:

    - costante sviluppo della classificazione alberghiera svizzera

    - rappresentanza degli interessi di politica economica e turistica degli albergatori svizzeri

    - cura della partnership sociale nel settore alberghiero e gastronomico, mediante contratti collettivi nazionali di lavoro per il settore

    - offerte professionali e formative per la promozione dell'imprenditorialità e della qualificazione dei collaboratori nel settore alberghiero e della ristorazione

    - prodotti assicurativi di HOTELA, il fornitore di servizi nel settore dell'assicurazione sociale e dell'amministrazione del personale

    - servizio di consulenza e informazioni per il settore alberghiero e turistico

    - pubblicazione della rivista specialistica indipendente htr hotel revue e di altre pubblicazioni specialistiche

    Fonti dei riferimenti dello studio di tendenza GDI

    Lo studio di tendenza "Il futuro del settore alberghiero svizzero" può essere acquistato al prezzo di 50 franchi su www.hotelleriesuisse.ch/e-shop. Il Management Summary elettronico è a disposizione gratuita di tutti gli interessati su www.hotelleriesuisse.ch.

ots Originaltext: Internet: www.presseportal.ch/fr

Contatto:
hotelleriesuisse
Nora Fehr,
Direttrice Comunicazione,
immagine e branding
Tel.:    +41/31/370'42'80
Mobile: +41/79/310'48'32
E-Mail: nora.fehr@hotelleriesuisse.ch



Plus de communiques: hotelleriesuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: