Max Zeller Söhne AG

Consigli importanti per evitare la stipsi in estate

Romanshorn (ots) - Soleggiate giornate estive e notti tiepide per settimane - chi non se ne rallegra? Ma i caldi raggi di sole non allietano tutti. Per molti, la calura diurna è un vero tormento. Se vi si aggiunge la costipazione, il benessere è ulteriormente svantaggiato. Nei paesi industriali, ogni 4° persona soffre di stipsi, più frequente nelle donne che negli uomini, in seguito alle maggiori variazioni ormonali. Le persone soggette a stipsi accusano spesso ventre gonfio e stanchezza. Le cause della stipsi sono le più diverse - d'estate, però, il motivo è spesso un carente apporto di liquidi. Anche un'alimentazione povera di fibre o il movimento insufficiente sono all'origine della stipsi. Aumentare l'apporto di liquidi Per un adulto, l'apporto di liquidi dovrebbe essere di 1,5 - 2 litri al giorno, da aumentare nelle giornate più torride. Il liquido consente agli elementi solubili dell'alimentazione (fibre) di rigonfiarsi, favorendo cos" il transito intestinale. È preferibile bere acqua o tè. Le fibre alleggeriscono l'organismo Gli alimenti ricchi di fibre contengono soprattutto fibre vegetali che provvedono a produrre massa nell'intestino e quindi a un'evacuazione regolare. Si tratta di fibre vegetali non digeribili, contenute prevalentemente nella frutta, nella verdura e nei prodotti integrali. In linea di massima è opportuno mangiare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno per raggiungere una quantità sufficiente di fibre. Supporto dalla natura Per integrare l'assunzione quotidiana di fibre, si può ricorrere anche a prodotti naturali. In tale concomitanza è nota l'azione di Agiolax mite. Il preparato contiene semi di psillio, ricavati da una pianta medicinale indiana. Queste fibre naturali si rigonfiano nell'intestino, favorendo cos" la motilità intestinale. Agiolax mite può essere assunto come integratore alimentare anche per un periodo prolungato. È in vendita in drogheria e in farmacia. * Dr. K. Larisch, NetDoktor.de GmbH, Stipsi, 04.07.2006 ots Originaltext: Max Zeller Söhne AG Internet: www.presseportal.ch/fr Contatto: Silvia Nüesch, Public Relations Max Zeller Söhne AG, Romanshorn E-Mail: silvia.nueesch@zellerag.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: