Epilepsie-Liga

Giornata svizzera dell'Epilessia

Il 5 ottobre si svolgerà in tutta la Svizzera una campagna d'informazione sull'epilessia

    Stäfa (ots) - Il mondo del lavoro è duro, in particolare per chi soffre di un handicap. Due terzi delle persone affette da epilessia potrebbero svolgere senza problemi un'attività lavorativa, ma troppo spesso sono i pregiudizi degli altri a impedirlo.

    La Lega Svizzera contro l'Epilessia (LScE) e epi-suisse (Associazione svizzera per l'Epilessia) organizzano per la prima volta una Giornata nazionale dell'Epilessia con l'intento di informare un pubblico possibilmente ampio sul quadro clinico di questa malattia. Circa l'uno per cento della popolazione si ammala di epilessia nel corso della sua vita. Una crisi epilettica è una disfunzione temporanea del cervello. La coordinazione fra i miliardi di cellule cerebrali stimolanti e inibitrici è disturbata e, improvvisamente, avviene una scarica contemporanea di numerose cellule nervose. L'epilessia non è sempre guaribile, ma esistono buone possibilità di trattamento. In genere la terapia consiste nella somministrazione di farmaci antiepilettici prescritti dal medico specialista. Nel caso di forme di epilessia molto particolari e premesse determinate condizioni specifiche, viene raccomandata una terapia chirurgica dell'epilessia.

    Un grande impegno collettivo

    Circa due terzi dei pazienti non hanno più crisi, gli altri imparano a convivere nel miglior modo possibile con la loro malattia. Per farlo devono conoscere l'estensione della loro capacità di prestazioni. I giovani, nella scelta della professione devono tener conto della loro capacità di far fronte a carichi stressanti; per gli adulti, un processo di riqualificazione professionale assistito rappresenta qualche volta la soluzione ideale. L'epilessia non è né contagiosa né pericolosa. Le assenze dal lavoro in seguito a malattia o infortunio delle persone affette da epilessia non superano quelle degli altri lavoratori. Il 5 ottobre, su iniziativa della SESI (Società Epilettici della Svizzera Italiana), andrà in scena alle ore 20.30 alla Sala dei congressi di Muralto "Il malato immaginario" di Molière. Inoltre, dal 4 al 31 ottobre 2002 si potrà visitare a Lugano la Mostra di illustrazioni "E se domani ..." di Daria Lepori (e Conferenza Epilessia e Lavoro al 4 ottobre alle ore 20.00), allestita al Canvetto Luganese, Fondazione Diamante, via R. Simmen 14 b (martedì - sabato, dalle 8.00 alle 22.00). L'epilessia va trattata con franchezza. sesi@ticino.com, Informazioni: Tel. 091/825'54'74 o 043/477'07'06, PC-No 87-462230-1.

ots Originaltext: Schweizerische Liga gegen Epilepsie
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Schweizerische Liga gegen Epilepsie
Dorfstrasse 2
Postfach 233
8712 Stäfa
Tel.         +41/43/477'07'06
Internet: www.tag-der-epilepsie.ch
[ 014 ]



Plus de communiques: Epilepsie-Liga

Ces informations peuvent également vous intéresser: