VSG / ASIG

La vendita di gas naturale e biogas segna un nuovo record

Zurigo (ots) - L'anno scorso, con quasi 40'000 gigawattora la vendita di gas naturale e biogas ha segnato un nuovo record in Svizzera. L'incremento del 5,4% rispetto all'anno precedente è riconducibile alle temperature più basse e a nuovi clienti. Il biogas da residui e rifiuti, utilizzato come carburante e sempre più anche come energia per il riscaldamento, è sempre più apprezzato. Il gas naturale e il biogas sono in continua espansione perché preservano l'ambiente e non producono polveri fini. Con la tecnologia «Power to Gas», che trasforma l'elettricità rinnovabile in eccesso in gas consentendone così lo stoccaggio, il settore ha davanti a sé nuove opportunità.

Nel 2013, la vendita di gas naturale e biogas dalla rete in Svizzera si è attestata su 39'965 gigawattora (GWh), il 5,4% in più rispetto all'anno precedente (37'914 GWh) e quasi il 3% in più rispetto al 2010, il precedente anno record (38'893 GWh). Per fornire la stessa quantità di energia con olio combustibile sarebbero stati necessari circa 170'000 viaggi di autocisterne, che avrebbero aggravato l'impatto ambientale con circa 2,9 milioni di tonnellate di CO2 in più.

Nel 2013, 11 dei circa 300 grandi consumatori non hanno acquistato il loro gas di processo presso il fornitore locale. Dall'ottobre 2012, in Svizzera le condizioni quadro sono disciplinate in una convenzione conclusa tra le associazioni dell'industria e dei fornitori di gas naturale.

Gas naturale in più di 1'000 Comuni

Grazie ad ampliamenti della rete, a nuovi Comuni allacciati e a nuovi clienti, il gas naturale ha ulteriormente consolidato la sua presenza sul mercato svizzero dell'energia. Oggi più di due terzi della popolazione svizzera vivono in Comuni raggiunti dal gas naturale. La rete di trasporto sotterranea, con una lunghezza di più di 19'000 chilometri, consente di offrire alla clientela svizzera un approvvigionamento costante e sicuro di calore ed energia di processo senza causare carichi ambientali e veicolari aggiuntivi. Dopo il previsto abbandono del nucleare, la produzione decentralizzata di elettricità con gas naturale in impianti di cogenerazione locali per la produzione combinata di calore ed elettricità nonché l'utilizzazione della rete per il trasporto e lo stoccaggio di gas ottenuto da elettricità da fonti rinnovabili in eccesso (Power to Gas) dovrebbero diventare nuovi pilastri dell'approvvigionamento energetico svizzero.

Biogas sempre più apprezzato

Diverse aziende locali di distribuzione di gas naturale offrono energia termica con una quota di biogas pari al 5%, al 20% o addirittura al 100%. Fra i clienti della quota di biogas del 100% figurano sempre più Comuni che acquistano biogas per i loro stabili, fornendo così un contributo importante alla protezione del clima. Nel 2013 sono stati utilizzati 97 GWh di biogas (+12% rispetto all'anno precedente) proveniente da 17 impianti svizzeri. 49 GWh sono stati utilizzati quale carburante. Quasi 48 GWh nonché 81,5 GWh di biogas certificato proveniente dall'estero sono stati impiegati per scopi di riscaldamento.

Circa 11'300 veicoli a gas naturale

Nel 2013, il numero di veicoli a gas naturale è salito a 11'287. La rete di stazioni di rifornimento in Svizzera si è arricchita di 5 distributori, raggiungendo quota 140. Il volume di gas naturale e biogas venduti come carburante corrisponde a circa 22 milioni di litri di benzina. Nel 2013, la quota di biogas nel carburante si è attestata sul 23%. Nella media svizzera, il gas naturale/biogas alla pompa è meno caro del 30% circa rispetto alla benzina. Attualmente, il gas naturale/biogas rappresenta la tecnologia più rispettosa del clima per i veicoli di serie con motore a combustione. L'aggiunta di biogas migliora ulteriormente il già ottimo bilancio di CO2 dei veicoli a gas naturale.

Gas naturale soprattutto dall'Europa occidentale Il gas naturale importato viene estratto per circa due terzi in Paesi dell'UE e in Norvegia. Quasi un quarto proviene da aree di estrazione in Russia e la parte restante da altre regioni. La Svizzera acquista circa la metà del suo gas naturale in base a contratti di importazione a lunga scadenza con grandi fornitori in Germania, nei Paesi Bassi, in Francia e in Italia, che gestiscono anche importanti impianti di stoccaggio sotterranei. Per la quota restante sono sottoscritti contratti a breve e brevissima scadenza. Swissgas, il principale importatore, partecipa attivamente all'estrazione del gas naturale norvegese con i suoi partner tedeschi e austriaci.

Download grafico vendita di gas naturale:

http://www.gas-naturale.ch/servizio-stampa/comunicati-stampa/2014

Download immagini sul gas naturale:

http://www.erdgas.ch/medienstelle/erdgas-bildarchiv

Note:

39,965 miliardi di chilowattora (kWh) = 39'965 gigawattora (GWh) = circa 3,6 miliardi di metri cubi di gas naturale.

1 kWh di gas naturale corrisponde a 0,1009 litri di olio combustibile EL. La capacità di un'autocisterna è di 24'000 litri.

Veicoli a gas naturale: 11'287 (8'377 automobili, 2'597 veicoli commerciali leggeri e furgoni, 189 autobus, 124 autocarri). Lievi divergenze rispetto alle cifre dell'anno precedente a causa dell'adeguamento alla statistica della Confederazione (UST/USTRA).

Dati sulla vendita di gas naturale/biogas secondo rilevamenti dell'Associazione Svizzera dell'Industria del Gas (ASIG).

Contatto:

Daniel Bächtold
Portavoce ASIG
044 288 32 62
baechtold@erdgas.ch
www.erdgas.ch


Ces informations peuvent également vous intéresser: