VSG / ASIG

Il meteo e l'economia hanno favorito la vendita di gas naturale in Svizzera

Zurigo (ots) - Nel 2012, la vendita di gas naturale in Svizzera ha sfiorato i 38 miliardi di chilowattora (kWh). L'incremento quasi del 10% rispetto all'anno precedente è riconducibile a temperature più basse, nuovi clienti allacciati nonché un leggero aumento dei consumi dell'industria. Il biogas, vettore energetico neutrale per il clima utilizzato come carburante e sempre più anche come energia per il riscaldamento, è sempre più apprezzato. Il gas naturale è riuscito a consolidare ulteriormente la sua posizione grazie ad ampliamenti della rete e a nuovi clienti. Il gas naturale e il biogas sono in continua espansione perché preservano l'ambiente e non producono polveri fini.

Nel 2012, la vendita di gas naturale in Svizzera si è attestata su 37'815 gigawattora. L'incremento del 9,6% rispetto all'anno precedente (34'498 GWh) è riconducibile a temperature più basse, nuovi clienti e una ripresa della produzione industriale. Il numero di gradi giorno è aumentato dell'11,7% fino a raggiungere 3281 (2011: 2938). Per fornire la stessa quantità di energia con olio combustibile sarebbero stati necessari circa 160'000 viaggi di autocisterne, che avrebbero aggravato l'impatto ambientale con circa 2,71 milioni di tonnellate di CO2 in più.

Con la convenzione conclusa tra le associazioni dell'industria e dei fornitori di gas naturale, i grandi consumatori di gas di processo hanno la possibilità di acquistare gas naturale direttamente presso il fornitore di loro scelta. Nel 2012 si sono avvalsi di questa possibilità 10 clienti.

Gas naturale in più di 900 Comuni

Grazie ad ampliamenti della rete, 5 nuovi Comuni allacciati e nuovi clienti, il gas naturale ha ulteriormente consolidato la sua posizione sul mercato svizzero dell'energia. Oggi più di due terzi della popolazione svizzera vivono in Comuni raggiunti dal gas naturale. La rete di trasporto sotterranea, con una lunghezza di 18'700 chilometri, consente di offrire alla clientela svizzera un approvvigionamento costante e sicuro di calore ed energia di processo senza causare carichi ambientali e veicolari aggiuntivi. Dopo il previsto abbandono del nucleare, la produzione decentralizzata di elettricità con gas naturale in impianti di cogenerazione locali per la produzione combinata di calore ed elettricità nonché l'utilizzazione della rete per il trasporto e lo stoccaggio di gas ottenuto da elettricità da fonti rinnovabili in eccesso figureranno tra i nuovi pilastri della politica energetica svizzera.

Biogas sempre più apprezzato

Diverse aziende locali di distribuzione di gas naturale offrono energia termica con una quota di biogas pari al 5%, al 20% o addirittura al 100%. Fra i clienti della quota di biogas del 100% figurano sempre più Comuni che acquistano biogas per riscaldare i loro stabili, fornendo così un contributo importante alla protezione del clima. Nel 2012 sono stati utilizzati 86,5 GWh di biogas (+23% rispetto al 2011), la metà per scopi di riscaldamento e il resto quale carburante. Nella rete del gas naturale è stato immesso biogas proveniente da 14 impianti.

Oltre 11'100 veicoli a gas naturale

Nel 2012, il numero di veicoli a gas naturale è salito a 11'099. Oggi la rete di stazioni di rifornimento in Svizzera conta 137 distributori. La vendita di gas naturale e biogas come carburante corrisponde a circa 22 milioni di litri di benzina. La quota di biogas si attesta sul 20%.

Nella media svizzera, il gas naturale/biogas alla pompa è mediamente meno caro del 30% circa rispetto alla benzina. Attualmente, il gas naturale/biogas rappresenta la tecnologia più rispettosa del clima per i veicoli di serie con motore a combustione. L'aggiunta di biogas migliora ulteriormente l'ottimo bilancio di CO2 dei veicoli a gas naturale.

Gas naturale soprattutto dall'Europa occidentale

Il gas naturale importato viene estratto per circa due terzi in Paesi UE e in Norvegia. Quasi un quarto proviene da aree di estrazione in Russia e la parte restante da altre regioni. La Svizzera acquista circa la metà del suo gas naturale in base a contratti di importazione a lunga scadenza con grandi fornitori in Germania, nei Paesi Bassi, in Francia e in Italia, che gestiscono anche importanti impianti di stoccaggio sotterranei. Per la quota restante sono sottoscritti contratti a breve e brevissima scadenza. Non sono stati stipulati contratti con fornitori russi. Swissgas, il principale importatore, partecipa attivamente all'estrazione del gas naturale norvegese con i suoi partner tedeschi e austriaci.

Download grafico vendita di gas naturale:

http://www.gas-naturale.ch/servizio-stampa/comunicati-stampa

Download immagini sul gas naturale:

http://www.gas-naturale.ch/servizio-stampa/galleria-fotografica

Note:

37,815 miliardi di chilowattora (kWh) = 37'815 gigawattora (GWh) = circa 3,4 miliardi di metri cubi di gas naturale. 1 kWh di gas naturale corrisponde a 0,1009 litri di olio combustibile EL. La capacità di un'autocisterna è di 24'000 litri. Veicoli a gas naturale: 11'099 (8'150 automobili, 2'657 veicoli commerciali leggeri e minibus, 208 bus, 84 autocarri). Dati sulla vendita di gas naturale/biogas secondo rilevamenti dell'Associazione Svizzera dell'Industria del Gas (ASIG).

Contatto:

Daniel Bächtold
Portavoce ASIG
Tel.: +41/44/288'32'62
E-Mail: baechtold@erdgas.ch
Web: www.erdgas.ch



Plus de communiques: VSG / ASIG

Ces informations peuvent également vous intéresser: