KPT / CPT

CPT: L'introduzione del TarMed modifica il settore delle Casse malati- La sostituzione dell'elaborazione manuale delle fatture con quella elettronica è ormai inevitabile.

    Berna  (ots) - In occasione di cinque manifestazioni d'informazione, organizzate per i collaboratori della Sede centrale e del Servizio esterno, il Comitato direttore della CPT ha comunicato quali saranno le conseguenze dell'introduzione del TarMed nel settore delle Casse malati. L'introduzione del TarMed impone anche delle modifiche organizzative entro la CPT. Per la complessità delle oltre 4'000 regole che compongono il TarMed, già a partire dal 2004 le entranti fatture delle prestazioni dovranno essere lette (tramite scansione) ed elaborate elettronicamente. Questo provvedimento causa una dislocazione del volume di lavoro, dalla quale consegue una ristrutturazione dei procedimenti di lavoro presso la CPT. In passato le fatture dei medici venivano elaborate manualmente da collaboratori a tempo parziale che assolvevano il loro lavoro a domicilio. Un effetto del TarMed è la riduzione dei posti di lavoro, prevalentemente, a tempo parziale.

    Le esigenze poste al Servizio esterno, che lo mutano da un ente di controllo dei conteggi ad un centro di consulenza per i clienti, come pure la complessità dello stesso TarMed, con le sue 4'600 posizioni, richiedono sempre più che si concentrino le forze e che si applichi una più ampia professionalizzazione. Questa trasformazione presso la CPT richiederà un periodo di quasi due anni. Il conseguente aumento dell'impegno lavorativo rende impossibile conservare i posti di lavoro di quelle collaboratrici e di quei collaboratori che fino ad ora avevano un grado ridotto di occupazione (sotto al 50 %). Possono in ogni caso continuare ad operare nella funzione di intermediari per la CPT. È lo stesso troppo precoce anticipare quale sarà la variazione nel numero di impiegati per l'anno prossimo. Si prevede che dovranno essere soppressi approssimativamente 46 posti di lavoro a tempo pieno. Tenendo conto del notevole numero di posti di lavoro a tempo parziale con un grado di occupazione al di sotto del 50 %, sono molte di più le persone coinvolte. Dato che 18 posti di lavoro per collaboratori della CPT sono riservati esternamente presso l'elaboratore delle fatture TarMed, e che con una fluttuazione naturale e alcuni prepensionamenti diversi posti di lavoro non saranno più occupati, si prevede che i licenziamenti da effettuare saranno esigui.

    Consulenza e Assistenza saranno le principali attività del Servizio esterno

    In futuro si prevede un aumento dell'automatizzazione dei sistemi di conteggio grazie all'uso dell'elaborazione elettronica dei dati e all'impiego dell'Internet da parte degli assicurati. D'altra parte in futuro la consulenza e l'assistenza degli assicurati assumeranno maggiore importanza nelle relazioni con i clienti. Queste innovazioni contribuiranno, grazie all'aumento dell'efficienza e al risparmio dei costi, all'indispensabile contenimento dello sviluppo dei costi della sanità.

    Ad ogni modo l'effettivo del personale è garantito fino a metà del 2004 e, nel limite del possibile, compensato con riduzioni naturali. In compenso sono previsti 18 posti di lavoro per collaboratori della CPT presso l'elaboratore esterno delle fatture TarMed. Per gli altri collaboratori che sono soggetti a questa ristrutturazione dovuta all'introduzione del TarMed, la commissione del personale, in collaborazione con la Società degli impiegati del commercio di Berna quale partner nel CCL, ha elaborato un piano di provvedimenti.

    La CPT con i suoi complessivamente 355'000 assicurati è la nona più grande Cassa malati in Svizzera con sede a Berna. Il volume globale dei premi nell'assicurazione di base ammonta a CHF 686 milioni, e nell'assicurazione complementare a CHF 251 milioni. La CPT conta 554 collaboratori, che si dividono 394 posti di lavoro a tempo pieno. CPT sta per: Competente, Personale e Trasparente.

ots Originaltext: KPT / CPT
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Etienne Habegger
membro del Comitato direttore
tel. diretto: +41/31/330'92'02
E-Mail:          habegger.etienne@kpt.ch
Internet:        http://www.kpt.ch



Plus de communiques: KPT / CPT

Ces informations peuvent également vous intéresser: