Integrationsbüro EDA/EVD

Integrationsbuero: Parafati gli Accordi bilaterali II

      Berna (ots) - Venerdì i negoziatori della Svizzera e dell'UE hanno
parafato a Bruxelles gli Accordi bilaterali II.

    Dopo l'intesa politica raggiunta il 19 maggio nel quadro dei negoziati bilaterali II e dopo aver apportato le ultime modifiche ai testi degli Accordi, venerdì Svizzera e UE hanno parafato gli Accordi bilaterali II. La delegazione svizzera era diretta dal capo negoziatore Michael Ambühl, quella dell'UE da Matthias Brinkmann, della Direzione generale delle relazioni esterne della Commissione europea. I negoziatori di ambedue le parti contraenti hanno, cioè, apposto le proprie iniziali su ogni pagina dei testi rendendoli così tecnicamente definitivi.

    Una volta parafati i testi, il Consiglio federale indirà una procedura di consultazione sugli Accordi presso i Cantoni, il Tribunale federale, i partiti politici e le cerchie interessate. Dopo la procedura di consultazione e la traduzione dei testi nelle tre lingue ufficiali della Svizzera e nelle 20 lingue ufficiali dell'UE, gli Accordi potranno infine essere sottoscritti, probabilmente alla fine dell'estate.

    I negoziati su otto dei nove dossier sono sfociati in Accordi (prodotti agricoli trasformati, statistica, pensioni, ambiente, media, Schengen/Dublino, lotta contro la frode e fiscalità del risparmio) e sono soggetti all'approvazione del Parlamento. Sette di questi Accordi sottostanno a referendum facoltativo. Sul nono dossier (programmi di formazione UE) è stata invece adottata una Dichiarazione d'intenti.

    Gli Accordi bilaterali II propongono soluzioni a esigenze concrete della Svizzera nei suoi rapporti con l'UE. I dossier trattati includono sia questioni d'interesse economico (ad esempio, nell'ambito dell'industria alimentare, della piazza finanziaria o del turismo) sia una maggiore collaborazione in importanti ambiti politici come la sicurezza interna e la politica dell'asilo. A ciò si aggiungono nuove cooperazioni nel campo dell'ambiente, della cultura, della statistica e della formazione.

Per informazioni: Urs Hammer, Missione svizzera presso l'UE, tel. +32 2 286 13 29 Adrian Sollberger, Ufficio dell'integrazione DFAE/DFE; tel. +41 31 322 26 40



Plus de communiques: Integrationsbüro EDA/EVD

Ces informations peuvent également vous intéresser: