Schweizerischer Gewerkschaftsbund SGB

La revisione LPers è inutile e ingiusta

Bern (ots) - La Comunità di negoziazione del personale della Confederazione (CNPC), composta dai sindacati APC, SSP/VPOD, garaNto e AP Fedpol, esprime grandi riserve sulla revisione della Legge del personale federale (LPers) presentata oggi dal Consiglio federale: è inutile e priva del diritto di mantenere il rapporto di lavoro perfino i dipendenti che la Confederazione ha licenziato a torto. I sindacati della CNPC considerano inopportuno rivedere la LPers, visto in particolare che nell'analisi dettagliata del 2009 la Commissione della gestione ha stabilito che la legge attuale è sufficiente. La Commissione rileva inoltre che prima di una nuova revisione sarebbe opportuno sfruttare gli spazi di manovra attuali. La revisione è ingiusta poiché, in caso di licenziamento giudicato illecito, prevede solo un'indennità invece che il mantenimento di un rapporto di lavoro adeguato. La legge dovrebbe impedire questo trattamento vergognoso soprattutto per i dipendenti più anziani o quelli che vantano molti anni di servizio e offrire loro almeno la libertà di scelta tra l'indennità e il proseguimento del rapporto di lavoro. È almeno positivo che durante i negoziati con la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, i sindacati della CNPC siano riusciti a porre un limite all'arbitrarietà ottenendo che la legge preveda un elenco esplicito dei motivi di licenziamento.

Contatto:

Comunità di negoziazione del personale della Confederazione (CNPC)
André Eicher, garaNto e presidente CNPC, tel. 079 380 52 53
Fred Scholl, APC, tel. 079 444 75 92
Christof Jakob, VPOD, tel. 077 447 29 03



Plus de communiques: Schweizerischer Gewerkschaftsbund SGB

Ces informations peuvent également vous intéresser: