Schweizerischer Gewerkschaftsbund SGB

Il Consiglio degli Stati dà un segnale chiaro a favore di un aumento degli effettivi del Corpo delle guardie di confine

    Bern (ots) - Il 9 dicembre il Consiglio degli Stati ha accolto la mozione Hans Fehr che chiede di aumentare gli effettivi del Corpo delle guardie di confine (Cgcf) e di corrispondere stipendi concorrenziali soprattutto alle giovani guardie. Diversamente dal Consiglio nazionale che aveva discusso la questione nella sessione estiva, il Consiglio degli Stati non ha fissato delle cifre. Su proposta della Commissione incaricata dell'esame preliminare, ha modificato la mozione nel senso che incarica il Consiglio federale di dotare il Corpo delle guardie di confine delle risorse necessarie per garantire una densità di controllo adeguata. Il sindacato garaNto prende atto con soddisfazione della decisione del Consiglio degli Stati, che dopo il Consiglio nazionale riconosce che per garantire una maggiore sicurezza al confine e all'interno è necessario incrementare gli effettivi. garaNto invita il Consiglio federale a provvedere rapidamente all'attuazione della mozione Fehr. I tatticismi sono - come negli anni precedenti - assolutamente fuori luogo. Altrettanto rapidamente va applicato il postulato Fässler-Osterwalder, che chiede una verifica degli effettivi doganali sia della carriera civile che di quella uniformata. Il Consiglio nazionale ha incaricato l'11 giugno 2009 il Consiglio federale di rilevare il fabbisogno di intervento. garaNto chiede dal congresso 2008 200 impieghi in più sia per la dogana sia per il Cgcf.

Contatto: garaNto - Il sindacato del personale delle dogane e delle guardie di confine Informazioni: André Eicher, segretario centrale garaNto, tel. 079 380 52 53 Oscar Zbinden, responsabile dell'informazione garaNto, tel. 079 698 34 17



Plus de communiques: Schweizerischer Gewerkschaftsbund SGB

Ces informations peuvent également vous intéresser: