Schweizerischer Gewerkschaftsbund SGB

COMUNICATO STAMPA DELLA CNPC Nuovo risultato raccapricciante del sondaggio della Confederazione presso il personale La scandalosa passività del Consiglio federale deve cessare!

Berna (ots) - Il Consiglio federale ha preso conoscenza, durante la sua riunione odierna, dei risultati scaturiti dall’ultimo sondaggio effettuato presso il personale dell’Amministrazione federa-le. L’immagine non è delle migliori. In generale il clima ostile permane, anche perché il Consiglio federale persiste nella sua passività. La Comunità di negoziazione del perso-nale della Confederazione (CNPC), che riunisce i sindacati garaNto, ssp e APC, chiede al governo di trarre una buona volta le conseguenze positive e di ricompensare il perso- nale della Confederazione per l’impegno profuso e per il lavoro di alta qualità che svol-ge. La politica salariale e lo smantellamento della legge sul personale della Confedera-zione (LPers), presentati una settimana fa, vanno purtroppo nella direzione opposta. Il Consiglio federale deve smetterla di fare pressione sul personale con le sue misure di smantellamento e trattandolo male. Eppure gli sarebbe facile dimostrargli la meritata stima accantonando questa ulteriore e inutile revisione della LPers e accordandogli fi- nalmente l’aumento reale dei salari che il personale aspetta da oltre 15 anni. La Confe-derazione deve ridiventare un datore di lavoro esemplare e questo pure nell’interesse di tutto il paese. Il sondaggio realizzato presso il personale dimostra chiaramente che lo stesso è estre-mamente flessibile, fedele, motivato e impegnato. La volontà di fornire delle prestazioni di alta qualità per il bene comune è intatta. Ma da questo sondaggio traspare pure, e ciò è sconcertante, un’immagine negativa del datore di lavoro: mancanza di stima accorda-ta agli impiegati da parte del Consiglio federale, troppo poche possibilità di migliorarsi professionalmente, scambio di informazioni lacunoso e insufficiente. In poche parole un quadro pietoso per i superiori gerarchici ed in particolare per le autorità politiche. Non è una novità, ma il Consiglio federale, e ciò è provocatorio, è restato finora passivo e non ha tratto nessuna conseguenza positiva dai risultati dei precedenti sondaggi. Niente è cambiato dall’ultimo sondaggio di due anni fa! Questa è un’attitudine irresponsabile ver-so il personale che, anche se estremamente rassegnato, realizza un lavoro di alta quali-tà su mandato dei cittadini e delle cittadine di questo paese. Nel contesto, questo gene-re di sondaggio non ha alcun senso. Informazioni: Giordano Schera, garaNto (079 322 16 04) Hans Müller, APC (079 406 93 38) Rolf Zimmermann, CNPC (079 756 89 50) Comunicazione di negoziazione del personale della Confederazione (CNPC)

Ces informations peuvent également vous intéresser: