comparis.ch AG

comparis.ch in merito ai programmi di ferie estive della popolazione svizzera - Gli elvetici amano l'Europa come meta di viaggio

Zürich (ots) - Chi parte per le vacanze estive rimane in viaggio in media per quasi 14 giorni e per un costo di 1600 franchi a persona. Questi sono i risultati di un sondaggio rappresentativo del servizio di confronto internet comparis.ch. La meta di viaggio più rinomata è l'Europa. Per tutti i vacanzieri comparis.ch ha raccolto utili consigli per trascorrere ferie spensierate.

Estate è sinonimo di vacanza. Anche quest'anno infatti saranno di nuovo milioni gli svizzeri che partiranno per le ferie estive. Ma interrompere il tran tran quotidiano ha un suo costo: chi va in vacanza quest'estate spende in media 1600 franchi abbondanti a persona per una durata media di circa 14 giorni. Questi sono i dati messi in evidenza da un sondaggio rappresentativo condotto nel mese di giugno 2011 dall'istituto di ricerche di mercato Link, su incarico del servizio di confronto internet comparis.ch, tra 1203 persone di tutte le regioni in merito ai loro progetti di ferie. Alle 695 persone, quindi quasi il 60 per cento, che hanno dichiarato di andare in ferie quest'estate sono state poste domande dettagliate in merito alla vacanza in programma. Un buon terzo degli intervistati quest'anno non andrà per nulla in ferie, mentre il 7 per cento non ha ancora deciso.

La metà spende per le vacanze la stessa cifra dell'anno scorso

Il sondaggio mostra che per la maggior parte delle persone interrogate il budget destinato alle ferie non è praticamente cambiato rispetto all'anno precedente. Infatti quasi 50 per cento di coloro che hanno già pianificato le vacanze afferma di spendere la stessa cifra dell'anno passato. Il 26 per cento dichiara di spendere di più, il 21 per cento di meno. «Il costo medio di 1600 franchi a persona è solo una parte della verità e raggruppa dalla vacanza a budget estremamente ridotto al viaggio più lussuoso», dice Richard Eisler, direttore di comparis.ch. Il sondaggio conferma l'affermazione del signor Eisler: per il 5 per cento che spende di più per le ferie il viaggio costa oltre i 5000 franchi a persona, mentre il 5 per cento con l'importo più basso destinato alle vacanze ha al massimo 300 franchi a disposizione a testa.

Per gli appassionati di viaggi le destinazioni più amate sono i paesi europei (68 per cento), seguiti dalla Svizzera (18 per cento). Il Nordamerica affascina il 6 per cento dei vacanzieri, mentre le mete di viaggio Asia, Africa e Sudamerica attirano ciascuna solo il 2 per cento degli intervistati. La scelta della destinazione fa notare le differenze tra le regioni linguistiche: se soltanto un romando e un ticinese su dieci trascorre le ferie in Svizzera, tra gli svizzeri tedeschi invece è uno su cinque a restare in patria. «Non stupisce certo il fatto che i ticinesi scelgano più di rado di rimanere in Svizzera per le ferie, perché in fondo abitano già in un'amata destinazione di vacanza elvetica e si trovano in una posizione preferenziale per trascorrere le vacanze nella classica Italia, che risulta invece molto più distante per gli svizzeri tedeschi», spiega il signor Eisler.

Motivi più importanti per non viaggiare: mancanza di tempo e denaro

Al terzo di intervistati che ha dichiarato di non andare in vacanza quest'anno comparis.ch ne ha domandato le ragioni. Ecco i risultati: i motivi più importanti per non viaggiare sono la mancanza di tempo (22 per cento) o di denaro (20 per cento). Un altro 19 per cento sostiene che non ci sia niente di meglio che trascorrere le vacanze a casa.

_ _ _ _ _

Consigli di Comparis per una vacanza spensierata

Viaggiare in auto

Chi intraprende un viaggio in Europa con l'auto dovrebbe portare assolutamente con sé la carta verde e il verbale d'incidente europeo. Inoltre, in alcuni paesi europei, vige l'obbligo di avere in auto un giubbotto d'emergenza giallo e di indossarlo in caso di incidente prima di scendere dal veicolo.

Assicurazione mobilia domestica

Prima della partenza è importante verificare la propria copertura assicurativa se in viaggio si dovesse essere vittime di un furto. Al tempo stesso vale anche la pena di controllare se i propri averi a casa sono assicurati a sufficienza.

Cassa malati

Se all'estero in caso di malattia si rende necessario un intervento medico d'urgenza la cassa malati si assume i costi al massimo fino al doppio dell'importo che lo stesso trattamento sarebbe costato in Svizzera. Chi viaggia, soprattutto per lungo tempo, in paesi con alti costi per la salute (ad esempio USA, Giappone, Canada o Australia) dovrebbe valutare la stipula di un'assicurazione complementare. I costi per un trattamento in seguito a un incidente sono coperti dall'assicurazione infortuni.

Assicurazione viaggi

Vale sempre la pena verificare se si possiede già un'assicurazione viaggi (come tramite l'assicurazione malattia complementare), così da evitare di essere assicurati due volte. Non appena capita qualcosa all'estero bisogna contattare subito la propria assicurazione. Per questo è indispensabile avere con sé il numero d'emergenza della linea d'assistenza aperta 24 ore e il numero della polizza. Un'assicurazione viaggi annuale copre anche i rischi che invece quelle temporanee non si assumono (come ad esempio le tasse amministrative dell'agenzia viaggi).

Roaming

Telefonare e navigare all'estero con il proprio cellulare può costare caro e quindi conviene farne un uso consapevole. I clienti Sunrise e Orange possono risparmiare stipulando un'opzione per l'estero, mentre presso Swisscom l'opzione è conveniente solo per chi utilizza il cellulare in modo assiduo. In ogni caso prima della partenza si dovrebbero disattivare combox, roaming dati e la sincronizzazione automatica e (e-mail, contatti, appuntamenti, ecc.).

Pagamenti e prelievo di contanti

All'estero il metodo di pagamento più conveniente cambia a seconda della situazione: per i prelievi di contanti è consigliabile usare la carta Maestro o la Postcard, per l'acquisto di prodotti e servizi fino a circa 100 euro conviene usare la carta di credito o i contanti mentre per spese più alte la scelta migliore è la carta Maestro.

Contatto:

Richard Eisler
Direttore
Telefono: 044 360 34 00
E-mail: media@comparis.ch
it.comparis.ch/reiseversicherung



Plus de communiques: comparis.ch AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: