comparis.ch AG

comparis.ch sull'aumento dei premi delle assicurazioni malattia complementari - Ci risiamo: aumentano le assicurazioni complementari

    Zürich (ots) - I premi delle assicurazioni complementari facoltative delle casse malati sono considerati relativamente stabili. Ora aumentano per la seconda volta di seguito e su larga scala. Gli assicurati possono reagire a questi aumenti: il rincaro dei premi, infatti, consente un termine di disdetta più breve.

    In questi giorni le casse malati non spediscono solo le polizze dell'assicurazione di base per il 2011, ma anche quelle delle assicurazioni complementari. Molti assicurati avranno una sgradita sorpresa: per l'anno prossimo i premi delle assicurazioni complementari facoltative aumentano ancora, come emerge da un sondaggio del servizio di confronto internet comparis.ch, svolto tra le dodici casse malati, o gruppi di casse malati, più grandi.(1) Sette casse malati, ossia più della metà del campione, aumenteranno i premi per il 2011 almeno su singoli prodotti assicurativi.(2) Molte casse malati hanno aumentato i premi delle assicurazioni complementari già l'anno scorso.

    È sorprendente che i premi delle assicurazioni complementari vengano rincarati da così tante casse malati: al contrario di quanto accaduto per l'assicurazione di base obbligatoria, negli ultimi anni i premi delle assicurazioni complementari facoltative non sono mai cresciuti in modo consistente. Si considerano perciò relativamente stabili. Ora aumentano per la seconda volta di seguito e su larga scala. «L'aumento dei costi della sanità si ripercuote sempre più visibilmente anche sulle assicurazioni complementari», afferma Richard Eisler, direttore di comparis.ch. Non sono rari aumenti dal 15 al 20 per cento, che in singoli casi arrivano sino a oltre il 30 per cento.

    Termini di disdetta più brevi La maggior parte delle casse malati prevede, per le assicurazioni complementari, un termine di disdetta di tre mesi a fine anno: per cambiare assicurazione in condizioni normali sarebbe perciò troppo tardi. Tuttavia, di fronte a un eventuale rincaro dei premi gli assicurati non sono abbandonati a se stessi. «In caso di un aumento dei premi, di norma valgono termini di disdetta più brevi», spiega Eisler. Se si subisce un aumento, pertanto, si può cambiare assicurazione anche se il termine di disdetta normale è già scaduto. Nel caso di rincaro dei premi è generalmente possibile dare disdetta entro trenta giorni dal momento in cui si riceve la comunicazione dei nuovi premi.

    Cambiare l'assicurazione complementare presenta però alcune insidie. «Le casse malati non sono obbligate ad accettare chiunque nelle assicurazioni complementari», afferma Eisler. Pertanto, è bene disdire la propria assicurazione complementare solo quando si è già in possesso della conferma di accettazione da parte della nuova cassa malati.

    (1)La base per definire le maggiori casse malati è la seguente: membri AOMS secondo l'UFSP. Sono state interrogate: Assura, Atupri, Concordia, CSS, Groupe Mutuel, Helsana, KPT, ÖKK, Sanitas, Swica, Visana, Vivao Sympany. (2)Le seguenti casse malati aumentano i premi delle assicurazioni complementari: Atupri, Concordia, CSS, Helsana, Sanitas, Swica, Vivao Sympany.

Contatto: Richard Eisler Direttore Telefono: 044 360 34 00 E-mail: media@comparis.ch http://it.comparis.ch/krankenkassen



Plus de communiques: comparis.ch AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: