comparis.ch AG

comparis.ch sull'evoluzione dei premi delle assicurazioni malattia complementari - Aumentano anche i premi per le assicurazioni complementari

    Zürich (ots) - I premi dell'assicurazione malattia complementare facoltativa sono generalmente stabili. Per il prossimo anno, tuttavia, molti assicuratori aumenteranno le proprie tariffe. Questo quanto emerge da un sondaggio condotto dal servizio di confronto internet comparis.ch presso le maggiori casse malati. Se la cassa malati aumenta i premi dell'assicurazione complementare, comunque, vigono termini di disdetta più brevi.

    Contrariamente ai premi dell'assicurazione di base obbligatoria, in genere le tariffe dell'assicurazione complementare rimangono estremamente stabili e in passato non erano state aumentate quasi per niente. Un esempio è la cassa malati KPT che ha aggiustato i premi dell'assicurazione complementare per l'ultima volta nel 2002, mentre Groupe Mutuel(1) mantiene i premi invariati da dieci anni. Per il prossimo anno, però, molte casse malati aumentano i premi dell'assicurazione complementare. Questo è quanto emerge da un sondaggio condotto dal servizio di confronto internet comparis.ch presso le maggiori casse malati(2). Tra le diciassette casse intervistate, solo Assura, Aquilana, EGK e Groupe Mutuel hanno dichiarato di non aumentare i premi. Presso tutte le altre casse malati, gli assicurati devono tener conto, a seconda del prodotto assicurativo, di un aumento dei premi. Le tariffe interessate possono far capo sia all'assicurazione complementare ambulatoriale sia all'assicurazione complementare ospedaliera. Secondo i premi già in possesso di comparis.ch, in alcun casi isolati, sono possibili aumenti fino a un massimo del 55 per cento.

    Termini di disdetta più brevi a causa dell'aumento dei premi Gli assicurati interessati troveranno l'aumento dei premi di certo irritante, ma non sono obbligati ad accettarlo passivamente. «Chi viene colpito da un aumento dei premi ha, di regola, un termine di disdetta ridotto» spiega Richard Eisler, direttore di comparis.ch. La maggior parte delle casse malati prevede, per le assicurazioni complementari, un termine di disdetta di tre mesi. Senza aumento dei premi, quindi, la disdetta deve pervenire alla cassa malati entro la fine di settembre. Nel caso di aumenti dei premi è generalmente possibile una disdetta nel giro di trenta giorni dal momento in cui viene ricevuta la comunicazione dei nuovi premi. Questo significa che l'assicurazione complementare può essere disdetta anche nel mese di novembre.

    Chi desidera cambiare l'assicurazione complementare, tuttavia, dovrebbe rescindere il contratto presso la cassa precedente solo una volta in possesso dell'attestato di accettazione da parte della nuova cassa. «Senza attestato di accettazione si rischia di poter coprire un minor numero di prestazioni a causa di riserve oppure di non venire proprio accettati dalla nuova cassa malati» spiega ancora Richard Eisler. «Quindi, chi ha intenzione di cambiare la propria assicurazione complementare, dovrebbe iniziare il prima possibile a interessarsi delle offerte presso le altre casse malati»: questo il consiglio di Eisler.

    (1)Riguarda la cassa malati Groupe Mutuel Assicurazioni GMA SA (2)comparis.ch ha intervistato le seguenti casse malati: Aquilana, Assura, Atupri, Concordia, CSS, EGK, Groupe Mutuel, Helsana, Innova, Kolping, KPT, ÖKK, Provita, Sanitas, Swica, Visana e Vivao Sympany. Da parte di Helsana comparis.ch non ha ottenuto nessuna informazione. I premi a disposizione di comparis.ch mostrano, tuttavia, che anche presso Helsana sono presenti aumenti dei premi.

Contatto: Richard Eisler, Direttore Telefono: 044 360 34 00 E-mail: media@comparis.ch www.comparis.ch