comparis.ch AG

comparis.ch: primi premi delle casse malati 2007 - Alle casse malati i giovani assicurati costano

Zurigo (ots) - Sono giunti a comparis.ch i premi provvisori delle casse malati, che concernono tre quarti degli assicurati svizzeri. I dati confermano quanto pronosticato in luglio da comparis.ch: l'aumento dei premi 2007 dovrebbe essere del tre percento. A seconda della cassa malati, della fascia d'età, del cantone e della franchigia, gli aumenti possono variare considerevolmente. Un'analisi mostra come le casse malati cerchino di mantenere ad ogni costo i giovani assicurati. Zurigo, 15 agosto 2006 - A comparis.ch sono giunti i premi provvisori per circa il 75 percento degli assicurati svizzeri. I dati confermano quanto mostrato dall'indagine 1) condotta dal servizio di confronto internet, effettuata in luglio tra le venti maggiori casse malati. L'aumento dei premi 2007, pari a circa il 3 percento, è ad un livello storicamente basso. La diminuzione delle riserve, riconosciuta dal Consiglio Federale, mostra i suoi effetti. In ogni caso solo pochi assicurati potranno approfittare di un aumento limitato al tre percento, in quanto le differenze degli aumenti variano molto, a seconda della regione e della cassa malati scelta. L'aumento dei premi in Romandia, per tutte le fasce d'età e di franchigia, risulta quest'anno, con circa il due percento, inferiore alla media svizzera. Particolarmente basso sarà l'aumento, come già accaduto nel 2006, nel canton Ginevra. Per contro l'aumento sarà superiore alla media in Ticino e in Vallese. Ampiamente superiore alla media nazionale sarà anche quest'anno l'aumento nel canton Berna, dove è attesa una progressione pari a circa il sei percento. Nel canton Zurigo e nei cantoni della Svizzera centrale l'aumento sarà nella media. Non è possibile tracciare un profilo comune per tutta la Svizzera orientale. Mentre nel canton San Gallo, con un aumento pari a circa il quattro percento, l'aumento dei premi sarà di poco sopra la media nazionale, la progressione nel canton Turgovia si situa al di sotto del tre percento. L'aumento varia molto a seconda della cassa malati. Per esempio: mentre CPT registra un aumento pari a zero in nove cantoni, Assura diminuisce i premi in 19 cantoni e Sansan in cinque cantoni. Altre casse li rincarano in maniera sensibile. Le diminuzioni e gli aumenti variano a seconda della cassa e del cantone: da un meno 12 a più 15 percento. Ciò mostra una volta di più come agli assicurati convenga confrontare i premi. Le analisi si riferiscono ai premi provvisori per l'anno 2007, che le casse malati dovevano far pervenire entro il 31 luglio all'Ufficio Federale della Sanità Pubblica (UFSP), per l'approvazione. Negli anni passati i premi provvisori si sono discostati solo lievemente da quelli definitivi approvati dall'UFSP. I premi sono da oggi consultabili online nel sito: www.comparis.ch. I giovani assicurati possono gioire La forte concorrenza tra le casse malati si esplicita soprattutto negli sforzi di quest'ultime per mantenere i giovani assicurati. Soprattutto i giovani uomini tra i 19 e i 25 anni ottengono, in caso di franchigie alte, sconti considerevoli. I premi non coprono nemmeno i fondi necessari per la compensazione dei rischi, che le casse malati devono garantire per gli assicurati. Ciò significa: per le casse malati i buoni rischi sono sicuramente un affare in perdita. Ad esempio: per un giovane residente nel cantone di Basilea città, tra i 19 e i 25 anni, la Sanitas, come tutte le casse malati, doveva pagare nel 2005 CHF 241 mensili per la compensazione dei rischi. Sanitas fattura l'anno prossimo, per una franchigia massima di 2'500 franchi, senza assicurazione infortunio, solo un premio di 145,70 franchi. Ciò significa una differenza in negativo di 1'144 franchi annui, se ci si basa sulla compensazione dei rischi del 2005. Se si ipotizza che l'ammontare della compensazione è probabilmente aumentato nel periodo fino al 2007 di poco meno del dieci percento, arrivando a circa 260 franchi mensili, allora l'anno prossimo il giovane basilese costerà a Sanitas una sicura perdita pari a circa 1'370 franchi. A questa perdita l'assicurato contribuisce senza ricevere alcuna prestazione dalla cassa. "Le casse malati cercano di mantenere i giovani adulti ad ogni costo e sperano di poter recuperare le perdite dopo un paio d'anni", afferma Richard Eisler, direttore di comparis.ch. "Con il tempo si scoprirà se i conti torneranno. È probabile che la pressione sui premi delle franchigie alte rimarrà elevata". Ciò è quanto pronostica Eisler. Ulteriori informazioni: Richard Eisler Direttore Telefono: 044 360 52 62 E-Mail: media@comparis.ch Internet: www.comparis.ch 1) Cfr. Comunicato stampa di comparis.ch: "Aumenti di premio: mai così contenuti" del 24. luglio 2006. http://www.comparis.ch/comparis/press/communique.aspx?ID=PR_Comm_Communique_060724

Ces informations peuvent également vous intéresser: