comparis.ch AG

comparis.ch sui premi delle casse malati 2007

Aumenti di premio: mai così contenuti

L'aumento medio dei premi delle casse malati 2007 sarà di circa il 3 percento. Ciò è quanto emerge da un'indagine del servizio di confronto internet comparis.ch, che ha interpellato le 20 maggiori casse malati. Questo è l'aumento più basso registrato dall'introduzione della Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal), risalente a dieci anni fa. L'aumento contenuto è dovuto alla diminuzione delle riserve delle casse malati.

Zurigo (ots), 25 luglio 2006 - I premi delle casse malati per l'anno prossimo aumenteranno solo moderatamente: l'aumento medio si attesterà a circa il 3 percento. Ciò è quanto emerge da un'indagine del servizio di confronto in internet compari.ch, che ha interpellato le 20 maggiori casse malati. A seconda della cassa i premi aumenteranno da 0 al 7 percento. Le informazioni delle casse si riferiscono ai premi provvisori che dovranno venir inoltrati entro il 31 luglio dall'Ufficio Federale della Sanità Pubblica per l'approvazione.

L'aumento dei premi previsto per il 2007 è sensibilmente inferiore rispetto a quelli degli anni precedenti. Nel 2006, secondo i calcoli di comparis.ch, l'aumento medio (tutte le franchigie e classi d'età) era del 5,9 percento. Nel 2005 era del 4,1percento.Dall'introduzione della Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal), nel 1996, si tratta dell'aumento più contenuto.

Per il prossimo anno sono previsti aumenti al di sotto della media nazionale in alcune regioni. Mentre in alcuni cantoni, secondo quanto affermato dalle casse malati, gli aumenti saranno addirittura inesistenti, in alcuni cantoni come Berna, Basilea Città o Basilea Campagna, gli aumenti saranno però sopra la media.

Casse che non aumentano i premi

Mentre Assura e Supra non aumenteranno i loro premi in tutta la Svizzera, i premi di Atupri e EGK, con una media del 7, rispettivamente del 5,9 percento aumenteranno parecchio, se confrontati a quelli di altre casse. Entrambe le casse, grazie ai loro premi convenienti, hanno registrato negli anni scorsi un sensibile aumento del numero dei loro assicurati. Per i nuovi assicurati devono ora venir accumulate le riserve, cosa che spiega gli aumenti di premio. Nonostante gli aumenti sopra la media, queste casse appartengono ancora al gruppo di quelle convenienti. CSS, che con i suoi 960'000 assicurati è la cassa più grande, aumenterà i propri premi, secondo quanto affermato dalla cassa stessa, del 2,7 percento. Il più grande gruppo assicurativo, il gruppo Helsana (Helsana, Sansan, Progrès, Avanex), aumenterà i premi in media del 3,2 percento.

L'indagine mostra inoltre come i modelli assicurativi alternativi diventino sempre più importanti. Il modello "medico di famiglia" viene per esempio potenziato da Visana, ÖKK, Intras, Swica e Atupri. CSS amplia l'offerta "HMO" a nuove regioni, mentre Helsana introduce in modo capillare nelle sue società collegate Progrès, Sansan e Avanex il modello "Telmed".

La quota di riserve influenza l'andamento dei premi

L'aumento limitato dei premi è in parte spiegabile con la riduzione delle riserve ordinata dal Consiglio Federale. Le medie e le grandi casse malati (più di 150'000 assicurati) dal 1. gennaio 2007 dovranno diminuire le proprie riserve nell'arco di tre anni dal 15 al 10 percento. Le casse malati con 50'000 fino a 150'000 assicurati dal 20 al 15 percento. Per le casse malati con meno di 50'000 la quota di riserve rimane al 20 percento. La maggior parte delle 20 casse malati ritiene che la diminuzione della quota di riserve abbia avuto un "effetto mitigante" sull'aumento dei premi.

"La diminuzione delle quote di riserva è un'operazione cosmetica che non avrà effetti a lungo termine sul futuro andamento dei premi", critica Richard Eisler, direttore di comparis.ch. "Non appena le riserve avranno raggiunto il nuovo minimo consentito si tornerà alla situazione precedente, in quanto i costi del settore sanitario continuano a crescere."

Il trucco che permette il contenimento artificiale dell'aumento dei premi tramite la diminuzione delle riserve non è nuovo: già tra il 1998 e il 2001 fu applicato. La situazione iniziale si è però ripresentata nel 2002 e nel 2003, quando gli assicurati si sono visti aumentare i premi di circa il 10 percento.

Ulteriori informazioni:

Richard Eisler Direttore Telefono 044 360 52 62 E-Mail: media@comparis.ch Internet: www.comparis.ch



Plus de communiques: comparis.ch AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: