ACS Automobil Club der Schweiz

Messaggio sul FOSTRA, un'opportunità sprecata!

Berna (ots) - L'Automobile Club Svizzero (ACS) respinge il messaggio concernente il Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA) presentato oggi dal Consiglio federale. L'ACS è decisamente deluso. Taluni cardini del nuovo strumento da tempo criticati, ossia l'aumento del prezzo della benzina e il sovvenzionamento trasversale della rotaia tramite la strada, non sono stati eliminati. Il Consiglio federale ha così sprecato un'opportunità per elaborare una proposta a lungo termine basata sul principio delle pari condizioni per la strada e la rotaia.

L'ACS accoglie innanzi tutto favorevolmente l'attuazione del Programma di sviluppo strategico delle strade nazionali (PROSTRA SN) che contempla i due progetti di ampliamento della rete "circonvallazione di Morges" e "autostrada della Glatttal". In tal modo è finalmente possibile procedere al decongestionamento delle due storiche strettoie.

L'ACS, malgrado approvi l'idea di fondo del disegno FOSTRA di stabilire a livello costituzionale anche il finanziamento della strada (alla pari del trasporto pubblico), ha già dichiarato più volte lo scorso anno di non essere disposto ad accettare un aumento dell'imposta sugli oli minerali e un ulteriore finanziamento trasversale dalla strada alla rotaia. L'ACS ritiene che con le tasse pagate attualmente dagli automobilisti i mezzi economici siano sufficienti e vadano investiti nell'urgente ampliamento dell'infrastruttura stradale laddove ve ne sia l'esigenza. Non si tratta quindi di un problema di finanziamento, ma di attuazione da parte della Confederazione.

Con l'aumento del prezzo della benzina postulato nel progetto FOSTRA, ogni conducente è ancora una volta chiamato alla cassa per sostenere tutte quelle opere stradali al cui finanziamento ha già ampiamente partecipato. Nuovi balzelli non rappresentano dunque una soluzione percorribile; al contrario, è necessario impiegare coerentemente i fondi già abbondantemente pagati dagli automobilisti per i compiti di manutenzione e di espansione dell'infrastruttura stradale. È però fondamentale che queste risorse economiche non vengano smarrite nei bilanci della Confederazione o utilizzate per i trasporti pubblici (TP). L'obiettivo dev'essere un finanziamento conforme al principio di causalità, indipendentemente dal vettore di trasporto.

Vista l'affinità tematica, l'ACS ritiene opportuno che, accanto al progetto FOSTRA, le Camere federali trattino contemporaneamente anche l'iniziativa popolare "Per un equo finanziamento dei trasporti" (la cosiddetta "Iniziativa della vacca da mungere"), sostenuta da molte associazioni di categoria. Per il Parlamento si tratta ora di sottoporre al vaglio di Popolo e Cantoni una proposta confacente e condivisibile.

Conclusione:

L'ACS s'impegna affinché gli automobilisti abbiano un trattamento equo nell'ambito della suddivisione degli oneri finanziari. Con il progetto FOSTRA, presentato oggi, questo principio rimane invece in larga misura disatteso. L'ACS intende tutelare fino in fondo gli interessi degli oltre 5 milioni di automobilisti in Svizzera. Al messaggio FOSTRA assegna invece un voto d'insufficienza.

L'Automobile Club Svizzero è nato il 6 dicembre del 1898 a Ginevra. Il suo scopo è riunire gli automobilisti per tutelarne gli interessi in materia di mobilità (politica dei trasporti, economia, turismo, sport, protezione dei consumatori e dell'ambiente, eccetera). Dedica particolare attenzione alla legislazione che regola le dinamiche del traffico e alla sua applicazione. Infine, si batte per una maggiore sicurezza sulle strade.

Contatto:

Per altre informazioni:
Mathias Ammann, Presidente centrale dell'Automobile Club Svizzero
(ACS)
Telefono: 079 300 54 45
E-Mail: mathias.ammann@acs.ch


Plus de communiques: ACS Automobil Club der Schweiz

Ces informations peuvent également vous intéresser: