CSS Versicherung

Resoluzione del Consiglio degli associati della CSS Assicurazione Contro la medicina di Stato e gli aumenti delle imposte e dei costi

    Lucerna (ots) - Il Consiglio degli associati della CSS Assicurazione è preoccupato per le possibili ripercussioni della cosiddetta "Iniziativa sulla salute" che sarà sottoposta a votazione popolare il 18 maggio 2003. I meccanismi contenuti nell'iniziativa portano ad una statalizzazione del sistema sanitario. Le esperienze fatte all'estero dimostrano come da ciò ne consegua un abbassamento degli standard qualitativi nelle cure mediche di base: lunghi tempi di attesa per le operazioni, limitazioni delle prestazioni per i pazienti in età avanzata, razionamenti, ecc.

    In questo modo, l'iniziativa minaccia un diritto acquisito molto importante per il nostro Paese, ovvero l'accesso per tutta la popolazione a cure mediche ottimali: cos" si apre la strada a una medicina "a due classi". Secondo il consiglio degli associati della CSS, si tratta di una via errata.

    L'iniziativa intende abolire in modo radicale l'odierno sistema di premi e partecipazioni ai costi. Come contromossa, verrebbe aumentata l'imposta sul valore aggiunto e s'introdurrebbe una cosiddetta "tassa sulla salute" suppletiva, che graverebbe  sul reddito e la sostanza. Ciò avrebbe conseguenze molto pesanti:

    - Si eliminerebbe il concetto di responsabilità personale dei
        pazienti. Scomparirebbero gli ultimi stimoli a un comportamento
        che sia consapevole dei costi, il che condurrebbe        
        inevitabilmente a nuovi aumenti di questi ultimi.

    - La popolazione dei cantoni che risparmiano maggiormente sarebbe
        costretta a partecipare al finanziamento dei cantoni ove le      
        spese sono maggiori. Questo è un obbligo al finanziamento senza
        la possibilità di influire sui costi. La cosiddetta "iniziativa
        sulla salute" eliminerebbe, come conseguenza ultima, tutti gli  
        stimoli volti al controllo dei costi.

    - L'iniziativa promette un finanziamento più sociale, ma con
        l'aumento dell'imposta sul valore aggiunto si otterrebbe    
        esattamente il contrario, dato che risulterebbero maggiormente  
        gravati i redditi più bassi, i cui premi odierni vengono ridotti
        tramite l'intervento della Confederazione e dai Cantoni.

    - Gli enormi aumenti delle imposte richiesti dall'iniziativa sono
        sbagliati da un punto di vista economico-politico: essi
        danneggiano la capacità  concorrenziale dell'economia svizzera a
        livello internazionale.

    Il Consiglio degli associati della CSS consiglia di respingere quest'iniziativa, conformemente a quanto suggerito dal Consiglio Federale e dal Parlamento.

    Il Consiglio degli associati è l'organo supremo della CSS Assicurazione. Esso comprende 40 persone di tutti i cantoni e rappresenta gli interessi di circa un milione di associati della CSS Assicurazione.

ots Originaltext: CSS Assicurazione
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Guido Fürer
Leiter Kommunikation/Public Affairs
Tel.      +41/41/369'14'83
E-Mail: guido.fuerer@css.ch



Plus de communiques: CSS Versicherung

Ces informations peuvent également vous intéresser: