VKF / AEAI

VKF: L'alluvione dell'estate 2005 - 1 anno dopo

Gli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati e l'Unione intercantonale di riassicurazione fanno il bilancio. Berna (ots) Un anno è trascorso dalle gravi intemperie che hanno colpito la Svizzera nell'agosto 2005. Gli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati investono le esperienze maturate in occasione di questi avvenimenti del secolo nella futura prevenzione dei danni. Si tratta in primo luogo di misure atte a limitare l'entità dei danni in caso di incombenti catastrofi naturali. Un'azione rapida sul piano dell'applicazione delle misure preventive è necessaria. Gli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati potranno cos" anche in futuro offrire premi vantaggiosi e franchigie basse ai proprietari e agli inquilini delle case. L'alluvione del 2005 L'alluvione del 21 al 24 agosto 2005 rappresenta il secondo evento per importanza dopo i danni della grandine, della neve e del vento del 1999 nella storia degli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati. Ricordiamo le immagini delle persone costrette ad abbandonare le proprie abitazioni, delle case distrutte e delle vie di comunicazione interrotte. Molti edifici abitativi e aziendali furono distrutti o danneggiati dalle acque e dal fango. Dal bilancio emerge che nella zona degli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati di Berna, Lucerna e Nidwaldo, gli ingenti danni sono nel frattempo per la maggior parte stati liquidati in modo non burocratico ed efficiente. Gli istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati hanno erogato complessivamente più di 660 milioni di franchi svizzeri per i danni dell'alluvione 2005. Il sistema solidale di assicurazione e prevenzione degli Istituti cantonali ha dunque dimostrato per la seconda volta dopo il 1999 la sua validità in caso di catastrofi. Più di 15'000 sinistri con un ammontare medio del danno dell'ordine di oltre 40'000.-- franchi sono stati indennizzati da parte degli Istituti cantonali di assicurazione. L'attenzione è volta ora agli insegnamenti che abbiamo tratto da questo evento del secolo e ai nuovi provvedimenti affrontati per minimizzare i danni in caso di eventi futuri. Raccomandazione per la protezione degli oggetti contro i pericoli naturali gravitativi quale misura centrale per evitare i danni Gli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati hanno pubblicato nel 2006 una raccomandazione tesa ad evitare i danni di natura agli edifici. L'opera si intende quale strumento di lavoro per gli architetti, gli ingegneri e i committenti nella progettazione di misure di protezione negli edifici. La raccomandazione fornisce utili indicazioni in merito alla efficace protezione contro piene, scoscendimenti, frane, caduta massi e valanghe. La stessa tiene in considerazione le più aggiornate norme SIA sulle strutture portanti nonché l'attuale stato della tecnica. Con le soluzioni proposte nella raccomandazione, il rischio per le persone e i beni materiali può essere sostanzialmente ridotto con un ragionevole dispendio. In caso di nuove costruzioni cos" come negli edifici esistenti, un danno può sovente essere evitato in modo opportuno e economico mediante piccoli adattamenti. Carte di pericoli: i Cantoni si attivano Con la legge forestale e la legge sulla sistemazione dei corsi d'acqua dell'anno 1991, la Confederazione obbliga i Cantoni alla gestione di carte dei pericoli. Le stesse indicano dove in Svizzera gli insediamenti sono minacciati da piene, valanghe, soscendimenti o franamenti. Nell'ambito della prevenzione, le carte servono in primo luogo all'esclusione delle zone di pericolo ed alla formulazione di imposizioni costruttive nonché alla pianificazione delle operazioni dei servizi di intervento. In particolare nelle zone a rischio, i lavori sono già molto progrediti. Nel corso dei prossimi anni i Cantoni si impegneranno con ulteriori sforzi per raggiungere nell'anno 2011 l'obiettivo di una mappa completa di tutti i pericoli. "Allarme Meteo", il nuovo prodotto per la sicurezza degli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati "Allarme Meteo" è un servizio SMS di SF METEO e degli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati che informa a livello regionale sulle intemperie che incombono. L'informazione tempestiva e affidabile dei proprietari delle case e degli inquilini, p.es. riguardo a temporali o tempeste in arrivo nella rispettiva zona di residenza, vuole contribuire per quanto possibile alla prevenzione dei danni. Le catastrofi naturali non possono essere completamente evitate. I nuovi strumenti contribuiscono tuttavia essenzialmente al contenimento dei danni e di conseguenza al mantenimento dei premi vantaggiosi. Informazioni in merito a Allarme Meteo: Come funziona "Allarme Meteo"? "Allarme Meteo" è un servizio SMS fortemente personalizzabile. La Svizzera è ripartita in 40 zone meteorologiche che consentono ad ogni abbonato di selezionare le regioni che lo interessano. I tipi di intemperie possono essere abbonati complessivamente o singolarmente (p.es. solo forti precipitazioni o tempeste). A richiesta, i messaggi possono essere trasmessi anche via fax o eMail. Quanto costa "Allarme Meteo"? L'informazione sul maltempo viene inviata agli abbonati da parte di SF METEO. Ogni informazione primaria via SMS costa, grazie ai contributi degli Istituti di assicurazione dei fabbricati, solo 40 centesimi. Gli aggiornamenti di un'informazione, per esempio nuova diversa durata del maltempo, sono gratuiti. In caso di normali condizioni meteorologiche, i costi totali non dovrebbero superare CHF 5.-- a CHF 10.-- l'anno. A chi fa capo "Allarme Meteo"? "Allarme Meteo" è finanziato dagli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati e dalla Televisione svizzera. L'organo di diritto pubblico garantisce una seria gestione del servizio. Responsabile di "Allarme Meteo" è Thomas Bucheli di SF METEO. Informazione per la redazione: L'Unione intercantonale di riassicurazione (IRV) è stata fondata dagli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati nel 1910 a titolo di propria riassicurazione. La stessa opera nell'interesse pubblico e unicamente per gli Istituti cantonali di assicurazione dei fabbricati. La raccomandazione "Objektschutzrichtlinien" è ottenibile (solo in tedesco) tramite www.irv.ch, rubrica ordinazioni. Per i giornalisti, la raccomandazione è gratuita. L'abbonamento per il servizio SMS (in lingua tedesca o francese) può essere attivato tramite www.wetteralarm.ch. ots Originaltext: IRV/VKF Internet: www.presseportal.ch Contatto: IRV/VKF Centro stampa Signor Rolf Meier Tel. +41/31/320'22'82 E-Mail: meier@vkf.ch L'abbonamento a "Allarme Meteo" può avvenire tramite www.wetteralarm.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: