santésuisse

Votazione federale: Respinta l'iniziativa "per una cassa malati pubblica" - Rafforzare la qualità e arginare i costi

Solothurn (ots) - La bocciatura della cassa malati unica è un sì ad un buon sistema sanitario e ad un sistema assicurativo concorrenziale. La decisione contribuirà a rafforzare i continui miglioramenti qualitativi.

La maggioranza dei votanti ha deciso per un sistema sanitario liberale e concorrenziale. La decisione del Popolo evidenzia che gli assicurati vogliono poter scegliere liberamente. Dal 1994 la popolazione svizzera ha dovuto esprimersi per la quarta volta contro un monopolio statale. Al riguardo Verena Nold, direttrice di santésuisse, aggiunge: "interpretiamo la decisione come un segno di fiducia per un sistema sanitario affidabile e corretto.

L'espressione del voto ci ha fatto

capire soprattutto che il nostro sistema sanitario è fonte di preoccupazioni e ci esorta ad apportare delle correzioni là dove è necessario. Faremo il possibile per sviluppare e rafforzare ulteriormente il nostro sistema sanitario e assicurarne il finanziamento".

Accettazione delle critiche e messa in pratica delle migliorie Gli assicuratori malattia ne sono consapevoli: il no ad un maggior influsso dello Stato e il sì ad una concorrenza regolata nell'assicurazione malattia sociale ci condizionano. "Non ci sottraiamo a nessuna critica", dice Verena Nold. "Noi vogliamo che le nostre prestazioni e la nostra credibilità migliorino in tutti i settori del nostro sistema sanitario - nell'interesse degli assicurati e di un'offerta qualitativamente impeccabile."

Obiettivo: economicità e qualità

Il sistema sanitario svizzero risulta essere fra i più cari a livello internazionale. Anche in futuro gli assicuratori malattia si preoccuperanno di controllare l'evoluzione dei costi, affinché le risorse allocate siano impiegate efficacemente ed economicamente. Oltre all'economicità, la legge sull'assicurazione malattia (LAMal) richiede prestazioni adeguate ed efficaci. "Riguardo alla sicurezza della qualità sono ancora necessari ulteriori sforzi", dice Verena Nold. "Anche in questo caso ci sentiamo coinvolti". Gli assicuratori malattia assieme ai fornitori di prestazioni faranno in modo che i risultati rappresentativi di misurazioni della qualità siano accessibili agli assicurati. Le prestazioni trasparenti stimolano la concorrenza, elevano la qualità e riducono i costi.

Contatto:

Christoffel Brändli, presidente santésuisse, 079 230 2930

Christophe Kaempf, porte-parole santésuisse 078 639 91 48
christophe.kaempf@santesuisse.ch



Plus de communiques: santésuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: