Schweizer Casino Verband / Fédération Suisse des Casinos

Votazioni federali - La Federazione Svizzera dei Casinò invita a respingere l'iniziativa "Protezione contro il fumo passivo"

Berna (ots) - La Federazione Svizzera dei Casinò invita a respingere l'iniziativa "Protezione contro il fumo passivo", su cui si andrà a votare il 23 settembre. Dall'introduzione dei divieti di fumare attualmente vigenti le cifre di affari dei casinò svizzeri sono diminuite e - come conseguenza - le tasse versate dai casinò all'AVS sono calate di oltre 100 milioni di franchi. Un ulteriore inasprimento dei divieti di fumare metterebbe in pericolo numerosi posti di lavoro e farebbe diminuire ancora di più le tasse versate all'AVS e i cantoni. Anche il Parlamento e il Consiglio federale, come pure un'ampia coalizione del mondo politico ed economico, invitano a respingere l'iniziativa.

I casinò svizzeri sono toccati dai divieti di fumare in misura superiore alla media, perché oltre il 50% die clienti è costituito da fumatori (per un confronto: i fumatori rappresentano solo il 27% della popolazione totale). I divieti cantonali di fumare e la legge federale concernente la protezione contro il fumo passivo, introdotta nel 2010, hanno già portato a una notevole flessione delle cifre di affari (prodotto lordo die giochi), perché i clienti sono passati ad altre offerte, come i giochi su internet, i giochi illegali o i giochi all'estero. Sul prodotto lordo dei giochi viene riscossa la tassa sulle case da gioco, di cui usufruisce principalmente l'AVS. Dall'introduzione dei divieti di fumare le tasse versate all'AVS sono già diminuite di oltre 100 milioni di franchi. Un ulteriore inasprimento dei divieti di fumare comporterebbe una flessione ancora maggiore del prodotto lordo dei giochi e quindi della tassa sulle case da gioco versata all'AVS. Inoltre si metterebbero a repentaglio molti posti di lavoro nei casinò.

Le norme vigenti garantiscono una protezione sufficiente contro il fumo passivo. A motivo dei vigenti divieti di fumare le case da gioco hanno allestito vari fumoirs. Sul piano nazionale questo ha comportato un costo di 10 milioni di franchi. Se l'iniziativa venisse accolta, tali investimenti diventerebbero assolutamente inutili.

Le 19 case da gioco svizzere contano 2'100 posti di lavoro. Nel 2011 le tasse sulle case da gioco sono state di 420 milioni di franchi, versate principalmente all'AVS. Dall'apertura delle case da gioco negli anni 2002/03, tali tasse sono state complessivamente di 4,3 miliardi di franchi.

Contatto:

Christophe Darbellay, Presidente FSC
Mobile: +41/79/292'46'11

Marc Friedrich, Direttore FSC
Mobile: +41/79/279'39'62



Plus de communiques: Schweizer Casino Verband / Fédération Suisse des Casinos

Ces informations peuvent également vous intéresser: