MIGROS BANK

La Banca Migros compie 50 anni - una lunga esperienza di successi

Zürich (ots) - A 50 anni dalla sua fondazione la Banca Migros conta già oltre 750'000 clienti. Sul mercato svizzero si annovera sino ad oggi tra le banche con la crescita più sostenuta. Il 1° febbraio 1958 la Banca Migros apre sommessamente i battenti con tre soli impiegati. Gli sportelli si trovavano al terzo piano del palazzo Migros, sulla Limmatplatz di Zurigo. Il capitale azionario ammontava a 10 milioni di franchi. L'allora sessantanovenne Gottlieb Duttweiler ha avuto l'idea di fondarla durante una cena al ristorante zurighese Widder e l'ha sviluppata insieme con il capo finanza della Migros Gottfried Kleiner. Con la Banca Migros volevano creare una vera e propria alternativa rispetto alle grandi banche e agli istituti cantonali. Il credo di Duttweiler - ciò che conta è il servizio al cliente - è diventato motivo ispiratore anche per la Banca Migros. In questa ottica si inserisce l'offerta ai clienti di condizioni particolarmente interessanti. Per questo la Banca Migros lavora con strutture snelle e con una spiccata consapevolezza dei fattori di costo. Come parte della Comunità Migros, che conta due milioni di soci, punta ad ottenere un utile moderato, che permetta di costituire sufficienti riserve di sicurezza. La Banca Migros ha scelto di assumere un profilo di rischio conservativo, il che si manifesta nella sostanziale stabilità dei ricavi. Condizioni interessanti come marchio inconfondibile Sin dall'inizio la Banca Migros percorre nuove strade: per facilitare il risparmio ad ampie fasce della popolazione, nel 1958 creò un'innovativa obbligazione priva di cedola chiamata "tipo risparmio", con la quale gli interessi maturati venivano sommati al capitale. Sebbene la gamma di prodotti, oltre alle obbligazioni di cassa, si limitasse inizialmente ai conti di deposito, già nel 1966 il numero di clienti superava la soglia dei 100'000. Negli anni settanta è seguito un altro poderoso balzo in avanti, quando la Banca Migros è entrata nel settore ipotecario conquistando anche qui la leadership a livello di prezzi. Gradualmente la presenza si è estesa a tutta la Svizzera: nel 1973 ha aperto a Lugano la settima succursale, nel 1978 ha varcato i confini della Svizzera francese insediandosi a Ginevra. Nel 1983, nel suo 25° anniversario, la Banca Migros contava oltre 200'000 clienti, il totale di bilancio ammontava a 3 miliardi di franchi, il volume dei prestiti ipotecari a 1,5 miliardi di franchi. Nel 1998 la Banca Migros ha lanciato, in anteprima assoluta in Svizzera, la banca virtuale, con il nome di M-Bancolino. Tutti i Finance Shop sono stati attrezzati di apparecchi multimediali, che offrivano molteplici servizi finanziari. Anche il lancio nell'Internet Banking, sotto il nome di M-BancNet, è avvenuto già nel 1998. Una buona metà degli ordini di pagamento e quasi tre quarti degli ordini di borsa sono attualmente impartiti tramite Internet. L'espansione continua Nel 1995 la Banca Migros ha costituito i suoi primi fondi d'investimento. Oggi la gamma di fondi strategici, strutturata in modo chiaro, comprende, oltre ad un fondo per investimenti sostenibili, fondi azionari, obbligazionari e uno immobiliare, con un patrimonio complessivo di 3,3 miliardi di franchi. Nel 2001 la Banca Migros ha cominciato a creare una divisione di Asset Management, che nel frattempo gestisce 16 dei 20 MI-Fonds. Parallelamente la Banca Migros ha potenziato la propria posizione nel private banking e nella gestione patrimoniale. Il segmento Premium Banking rappresenta già oltre un terzo dei ricavi conseguiti nelle operazioni con la clientela. Nell'ottobre 2005 la Banca Migros è stata la prima in Svizzera a lanciare un ticket fee per le operazioni di borsa: indipendentemente dall'entità della transazione si applica un forfait di 40 franchi per gli ordini trasmessi via Internet e 100 franchi per quelli impartiti tramite il consulente. Da allora il numero delle operazioni di borsa è più che raddoppiato. Cinquant'anni dopo la sua fondazione il numero delle relazioni con i clienti ha superato la soglia di 750'000. A fine 2007 il totale di bilancio raggiunge i 29 miliardi di franchi, il volume ipotecario 23 miliardi. Per le ipoteche, i fondi di risparmio e le obbligazioni di cassa la Banca Migros si annovera tra le cinque maggiori banche svizzere. Negli ultimi 20 anni il portafoglio ipotecario è aumentato in media del 10,0 % l'anno, rispetto ad una crescita del mercato del 5,1 % l'anno. In questo intervallo di tempo la sua quota di mercato è raddoppiata al 3,4 %. Per i fondi di risparmio è salita dal 2,1 al 5,2 %, per le obbligazioni di cassa dall'1,0 al 5,2 %. La Banca Migros continuerà a potenziare regolarmente la propria presenza sul mercato svizzero anche nei prossimi anni. Entro fine 2009 è prevista l'apertura di 18 nuove succursali, il cui numero, con questa espansione, salirà dalle attuali 45 a 63. Contatto: Harald Nedwed, presidente della direzione generale Telefono: 044 229 86 14, e-mail: harald.nedwed@bancamigros.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: