Schweizerischer Nationalfonds / Fonds national suisse

Matthias Egger sarà il nuovo presidente del Consiglio della ricerca del FNS

Bern (ots) - L'epidemiologo di fama internazionale Matthias Egger sarà dal 2017 il nuovo presidente del Consiglio nazionale della ricerca del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS). Specialista anche della sanità pubblica, questo professore bernese di 59 anni succederà a Martin Vetterli, che il prossimo anno assumerà la presidenza dell'SPF di Losanna.

Direttore dell'Istituto di medicina sociale e preventiva (ISPM) dell'Università di Berna da dieci anni, il 23 settembre il signor Egger è stato eletto dal comitato del Consiglio di fondazione del FNS per il mandato 2017-2020.

Fine conoscitore della politica scientifica

Il signor Egger è un fine conoscitore della politica delle scuole universitarie e della ricerca in Svizzera; la sua carriera di ricercatore nel contempo interdisciplinare e internazionale e il suo interesse di lunga data per le politiche della ricerca scientifica «l'hanno preparato al meglio per le sfide che attendono il FNS nei prossimi anni», ha sottolineato Gabriele Gendotti, presidente del Consiglio di fondazione del FNS.

Professore di epidemiologia e sanità pubblica all'Università di Berna dal 2002, nel periodo tra il 1985 e il 2002 il signor Egger ha svolto gran parte della propria carriera di ricercatore e insegnante universitario in Gran Bretagna (Londra e Bristol). Conosce bene il FNS, in quanto ha ricevuto il suo supporto come ricercatore invitato all'ISPM tra il 1994 e il 1997 ed è membro del Consiglio nazionale della ricerca dal 2010.

Ricercatore rinomato

Il signor Egger è inoltre membro di diverse facoltà e comitati scientifici internazionali nei suoi campi di specializzazione e ha ricevuto numerosi riconoscimenti in Svizzera e all'estero per il suo lavoro. I suoi articoli scientifici vengono regolarmente segnalati, il che lo colloca tra gli autori più citati al mondo nel campo dell'epidemiologia. In Svizzera, il signor Egger è stato tra i primi a combinare le ricerche in epidemiologia e sanità pubblica per contrastare l'epidemia di HIV; i suoi modelli di previsione dello sviluppo dell'AIDS servono da riferimento tanto nei paesi industrializzati quanto in quelli in via di sviluppo. Le sue ricerche vertono inoltre sulla malattia da virus Ebola e sulla tubercolosi.

L'impatto della ricerca fondamentale

"Sono lieto di poter contribuire ancora di più all'importante missione del FNS", ha dichiarato il signor Egger. "Oggi più che mai è importante rammentare l'enorme impatto - a breve e a lungo termine - della ricerca fondamentale in Svizzera sulla qualità della formazione e dell'innovazione, nonché sottolineare il suo contributo alla salute dell'economia e alla società di questo paese", ha affermato. Il signor Egger continuerà a occuparsi dei suoi campi di ricerca, ma lascerà la direzione dell'ISPM.

Il Consiglio nazionale della ricerca, che conta un centinaio di membri, valuta ogni anno le migliaia di richieste sottoposte al FNS, decidendo in merito al loro finanziamento. Composto da studiosi di scienze che lavorano perlopiù presso le scuole universitarie svizzere, è suddiviso in quattro divisioni: Scienze umane e sociali, Matematica, scienze naturali e ingegneristiche, Biologia e medicina e Programmi.

Fondazione indipendente e di diritto privato, il FNS promuove, su mandato della Confederazione, la ricerca fondamentale in tutte le discipline scientifiche, dalla storia alla medicina passando per le scienze ingegneristiche. Ogni anno sostiene più di 3200 progetti a cui partecipano 14 800 ricercatori e ricercatrici, il che ne fa la principale istituzione svizzera di promozione della ricerca scientifica.

Curriculum vitae dettagliato http://www.ispm.unibe.ch/about_us/staff/egger_matthias/index_eng.html#pane177784

Contatto:

Gabriele Gendotti: +41 31 308 23 87
Matthias Egger: +41 31 631 35 01
Martina Stofer (contatto per i media) : +41 31 308 23 87
e-mail: com@snf.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: