economiesuisse

economiesuisse - IVA : no a soluzioni pessime

Zürich (ots) - economiesuisse richiede continuamente il tasso unico Il progetto relativo a un modello di imposta sul valore aggiunto (IVA) a due tassi, adottato dal Consiglio federale non migliora significativamente la situazione. Al contrario, esso comporta costi elevati e crea delle nuove distorsioni. L'economia respinge categoricamente questo progetto che costerebbe 800 milioni di franchi.

Poche semplificazioni e nuovi privilegi unilaterali L'IVA, oggigiorno estremamente complessa, figura regolarmente in cima alla lista dei costi amministrativi che gravano sulle imprese svizzere. Le PMI sono particolarmente toccate. La complessità dell'IVA è legate alle sue numerose eccezioni fiscali, circa 30, e alla coesistenza di diversi tassi d'imposizione. Il modello a due tassi non rimedia in maniera netta a questi problemi. Le eccezioni fiscali previste sarebbero mantenute tali e quali. Esistono centinaia di pagine di istruzioni amministrative contenenti sottili delimitazioni, che per un'azienda sono impossibili da controllare senza un aiuto esterno. Il progetto non prevede grandi modifiche alle distorsioni esistenti per quanto riguarda i tassi di imposizione. I privilegi unilaterali accordati ai danni della maggior parte dei settori sono perfino estesi. Nel complesso, l'IVA non diverrebbe più semplice.

Imprese e consumatori ne fanno le spese I costi del modello a due tassi sono a carico delle imprese e dei consumatori. Ogni anno, le imprese dovrebbero sacrificare diverse centinaia di milioni di franchi per venire a capo della imponente burocrazia, quando è dal 2005 che alle imprese vengono promessi degli sgravi consistenti. Per i consumatori, il tassi di imposizione applicato sulle derrate aumenterebbe (3,8% rispetto al 2,5% attuale). Il progetto non aumenta certamente il potere d'acquisto delle economie domestiche.

Un tasso unico sarebbe equo e promuoverebbe la crescita L'economia chiede un'IVA semplice e moderna con un tasso unico e poche eccezioni. Solo un sistema di questo tipo potrà ridurre sostanzialmente i costi legati all'IVA, sgravando durevolmente le imprese, i privati e le amministrazioni. Un tasso unico e generale per l'IVA è equo per tutti e promuove il potere d'acquisto e la crescita.

Contatto:

Angelo Geninazzi, responsabile per la Svizzera italiana
Telefono : 079 383 79 13
E-mail : angelo.geninazzi@economiesuisse.ch



Plus de communiques: economiesuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: