economiesuisse

Il Presidente turco Abdullah Gül incontra alcuni rappresentanti dell'economia svizzera

    Zürich (ots) - In occasione della visita di Stato in Svizzera del Presidente turco Abdullah Gül, è stato organizzato un incontro tra la delegazione ufficiale turca e alcuni rappresentanti dell'economia svizzera. L'obiettivo era quello di intensificare le relazioni economiche tra i due paesi. Le discussioni dirette da Gerold Bührer, Presidente di economiesuisse, hanno avuto luogo in presenza della Presidente della Confederazione Doris Leuthard.

    Alcuni imprenditori svizzeri, guidati da Gerold Bührer, Presidente di economiesuisse, hanno incontrato oggi a Zurigo il Presidente turco Abdullah Gül, accompagnato da una delegazione governativa di alto rango. L'incontro aveva essenzialmente lo scopo di intensificare le relazioni economiche. Nel suo discorso, Gerold Bührer ha sottolineato la crescente importanza della Turchia quale partner economico della Svizzera.

    La Turchia si contraddistingue per una crescita economica superiore al resto dell'Europa. Con un tasso di crescita vicino al 10% nel secondo trimestre del 2010, un tasso d'indebitamento moderato e oltre 70 milioni di abitanti, la Turchia è un partner commerciale importante per la Svizzera ed offre un notevole potenziale. Nel corso dei primi dieci mesi dell'anno, le esportazioni svizzere destinate alla Turchia sono aumentate del 17% mentre le importazioni provenienti da questo paese sono cresciute dell'8%. Attualmente, oltre 450 imprese svizzere attive nei settori industriali e dei servizi sono già presenti in Turchia. Gli investimenti svizzeri destinati alla Turchia, incrementati del 150% tra il 2002 e il 2008, raggiungono nel frattempo i 3 miliardi di franchi. I rappresentanti dell'economia non si sono lasciati sfuggire l'occasione per parlare con il presidente turco delle loro esperienze, delle sfide da superare e dei progetti pianificati in Turchia.

Contatto: Angelo Geninazzi Telefono: 091 922 82 12 angelo.geninazzi@economiesuisse.ch



Plus de communiques: economiesuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: