economiesuisse

economiesuisse - Nuova IVA: semplice, giuridicamente fondata ed equa
La posizione di economiesuisse in merito all'adozione della revisione della legge sull'IVA

    Zürich (ots) - economiesuisse si rallegra del risultato della revisione totale della legge sull'IVA. Al di là degli sgravi previsti, la revisione totale migliora la sicurezza giuridica e la ripartizione dei rischi tra i contribuenti e l'amministrazione. Si tratta ora di discutere rapidamente la seconda parte della riforma.

    Il Parlamento ha agito in maniera responsabile e trattato puntualmente la revisione totale della legge relativa all'imposta sul valore aggiunto (IVA), un tema importante per gli ambienti economici. La Federazione delle imprese svizzere si rallegra di questo risultato. Il suo pluriennale impegno a favore di un'IVA semplice, giuridicamente fondata ed equa ha portato i suoi frutti. «La principale fonte di reddito della Confederazione diventa più accettabile», ha dichiarato Christoph Schaltegger, responsabile delle questioni di politica finanziaria e fiscale.

    La revisione totale della legge sull'IVA si traduce in sgravi fiscali significativi per 320'000 contribuenti. I miglioramenti apportati in materia di deduzione dell'imposta preventiva provocano sgravi in ragione di 200 milioni di franchi. A questi si aggiungono un miglioramento della sicurezza giuridica, nonché una ripartizione più equa dei rischi tra i contribuenti e l'amministrazione. Il formalismo che caratterizza l'applicazione della legge sarà in gran parte eliminato. Inoltre, il progetto permette l'applicazione di una legge sull'IVA rivista in profondità, più rispettosa dei principi che stanno alla base dell'imposta indiretta. Infine, la sua applicazione da parte dei contribuenti è ampiamente facilitata. La decisione del Parlamento di mettere in vigore la nuova legge a partire dal gennaio 2010 è una buona notizia, non da ultimo per ragioni congiunturali.

    Considerato il risultato positivo delle deliberazioni sulla prima parte, economiesuisse spera che il Parlamento esamini con altrettanta cura la seconda parte. Un'IVA moderna e semplice, con un tasso unico basso e se possibile con poche eccezioni comporterebbe non solo degli sgravi supplementari, ma darebbe pure degli impulsi durevoli all'economia. Anche le famiglie ne beneficerebbero.

Contatto: Cristina Gaggini Telefono: 078 781 82 39 cristina.gaggini@economiesuisse.ch



Plus de communiques: economiesuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: