economiesuisse

economiesuisse - Proposta moderata per PMI, crescita e posti di lavoro
economiesuisse sulla conclusione della riforma II dellÂ’imposizione delle imprese

      Zurigo (ots) - economiesuisse saluta il superamento delle ultime
differenze da parte del Consiglio degli Stati nellÂ’ambito della
riforma II dellÂ’imposizione delle imprese. Il progetto, moderato,
può essere congedato dalle Camere federali ancora nella sessione
primaverile. Si tratta di un successo per lÂ’ampio fronte di
mobilitazione del mondo economico, che si è mosso a sostegno di una
proposta equilibrata per le PMI. Anche se non tutte le richieste del
mondo economico sono state soddisfatte, la riforma, accanto
allÂ’attenuazione della doppia imposizione economica, apporta
ulteriori miglioramenti di natura fiscale per lÂ’economia svizzera.

    In confronto ad altre possibili quanto radicali proposte di riforma, il progetto in questione rappresenta una riforma contenuta, sostenibile finanziariamente. Perciò esso è stato sostenuto chiaramente anche dai Cantoni. La riforma interviene proprio laddove la pressione sulle PMI è più forte. Svantaggi a carico delle PMI riconosciuti da tempo verranno corretti. Come è stato il caso nel 1997 nellÂ’ambito della riforma I dellÂ’imposizione delle imprese, che è risultata essere un grande successo per la Svizzera, anche in questa occasione la priorità risiede nella creazione di crescita economica e posti di lavoro. Della riforma approfittano non solo le 300'000 PMI svizzere e gli oltre 3 milioni di lavoratori da loro occupati, bensì lÂ’insieme dellÂ’economia elvetica, le finanze pubbliche e le opere sociali.

    Per essere della partita nellÂ’ambito della concorrenza internazionale, la Svizzera ha tutto lÂ’interesse a rendere il proprio sistema fiscale il più attrattivo possibile. I miglioramento apportati nella riforma fiscale delle imprese rappresentano un passo ulteriore nel processo di ottimizzazione del sistema fiscale svizzero. NellÂ’ottica degli ostacoli di natura fiscale ancora esistenti, come pure delle esigenze poste a livello internazionale, saranno necessari in Svizzera ulteriori riforme in ambito fiscale.

Domande: economiesuisse: Pascal Gentinetta, Telefono: 044 421 35 12, pascal.gentinetta@economiesuisse.ch



Plus de communiques: economiesuisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: