Commission de la concurrence (Comco)

Nullaosta della Comco all'acquisto di Arthur Andersen Svizzera daparte di Ernst & Young Svizzera

Berna (ots) - La Commissione della concorrenza ha deciso il 24 giugno 2002 di rinunciare ad un esame approfondito dell'acquisto di Arthur Andersen Svizzera da parte di Ernst & Young Svizzera. L'esame preliminare della concentrazione fra Ernst & Young Svizzera e Arthur Andersen Svizzera non ha portato a degli indizi di una creazione o di un rafforzamento di una posizione dominante sul mercato. Le vicissitudini di Arthur Andersen negli Stati Uniti hanno portato al crollo della rete internazionale di questa società. Questo fatto si è tradotto inevitabilmente in una riduzione del numero di società di revisione attive a livello globale da cinque a quattro. Senza i necessari agganci ad una rete internazionale, Arthur Andersen Svizzera non è in grado di assumere mandati di imprese attive a livello internazionale. Al fine di poter continuare a farlo, Arthur Andersen deve poter unirsi ad un'altra società di revisione attiva a livello globale. Da un punto di vista della concorrenza, la situazione si è modificata a causa degli avvenimenti negli Stati Uniti e non a seguito della fusione fra Arthur Andersen Svizzera e Ernst & Young Svizzera. La Comco rinuncia quindi ad un esame approfondito della concentrazione. Attraverso quest'acquisizione, Ernst & Young diventa per importanza la seconda società di revisione in Svizzera. Il 28 giugno 2002, la Comco aveva preventivamente autorizzato per motivi importanti la fusione parziale anticipata. Questo testo è accessibile anche sul nostro sito internet. ots Originaltext: Comco Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Prof. Dr. Roger Zäch +41/1/634'48'80 Dr. Philippe Gugler Tel. +41/31/324'96'77 mailto: philippe.gugler@weko.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: