Commission de la concurrence (Comco)

Conciliazione: Swisscom rinuncia ad allegare alle fatture per il collegamento telefonico della pubblicità mirata

    Berna (ots) - Questa conciliazione mette fine all'inchiesta della Comco. Tale inchiesta aveva quale oggetto il comportamento di Swisscom che allegava alle fatture mensili del collegamento telefonico, della pubblicità per i propri servizi sul mercato liberalizzato delle telecomunicazioni. Le persone che avevano cambiato operatore e preferito una preselezione (Carrier-Preselection) ricevevano della pubblicità mirata che cercava di convincerle a ritornare presso Swisscom. Mentre che per i concorrenti un'operazione di tale ampiezza è legata a dei costi importanti, questa implicava un esiguo investimento supplementare per Swisscom, che è tenuta in ogni modo ad inviare le fatture per le tasse di collegamento.

    Nel corso dell'inchiesta, Swisscom ha proposto alla segreteria una conciliazione. Secondo l'accordo concluso, Swisscom s'impegna, in avvenire, a non più allegare alle fatture per il collegamento, della pubblicità destinata in modo specifico ai clienti che hanno scelto un altro operatore. Si mette così fine ad un comportamento che avrebbe potuto violare la legge sui cartelli.

    L'inchiesta era stata aperta il 5 dicembre 2001. L'inchiesta preliminare, condotta a seguito di una denuncia da parte di Tele2, aveva portato a degli indizi di un comportamento illecito.

ots Originaltext: Comco
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Prof. Roland von Büren
Mob. +41 79 667 90 15

Dr. Patrik Ducrey
Tel. +41 31 324 96 78
Mob. +41 79 345 01 44
mailto: patrik.ducrey@weko.admin.ch



Plus de communiques: Commission de la concurrence (Comco)

Ces informations peuvent également vous intéresser: