Commission de la concurrence (Comco)

La Comco scopre un illecito in una gara d'appalto

Berna (ots) - Dall'inchiesta aperta dalla Commissione della concorrenza contro quattro imprese di costruzione, è emerso che queste si sono accordate sulle loro offerte in occasione della gara d'appalto pubblica per i lavori di rinnovo della facciata della biblioteca nazionale. Questo comportamento è stato loro vietato. Con decisione del 17 dicembre 2001, la Commissione della concorrenza (Comco) ha accertato che, in occasione della gara d'appalto pubblica per i lavori di rinnovo della facciata della biblioteca nazionale, le imprese di costruzione bernesi Betosan SA, Isotech SA, Renersco SA così come Weiss + Appetito SA si sono accordate fra di loro, violando così la legge sui cartelli. La Comco proibisce in futuro alle quattro imprese di concordare, fra di loro o con terzi, le offerte nell'ambito di procedure d'appalto. Con questa decisione d'accertamento e di divieto, la Comco interviene per la prima volta contro un cartello in una gara d'appalto. In Svizzera, verosimilmente esistono numerosi cartelli identici che provocano danni economici considerevoli. La legge sui cartelli è attualmente in revisione anche perché non permette di lottare efficacemente contro tali violazioni. Sulla base della legge attuale, la Comco non può infliggere direttamente una multa alle quattro imprese, essa può unicamente sanzionarle in caso di violazione del divieto pronunciato. ots Originaltext: Comco Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Prof. Walter Stoffel, tel. +41 79 436 81 49, Dr. Patrick Krauskopf, tel. +41 31 323 53 40, e-mail: patrick.krauskopf@weko.admin.ch.

Ces informations peuvent également vous intéresser: