Commission de la concurrence (Comco)

Comco: raccomandazioni relative all'accesso al mercato degli architetti e degli ingegneri

Berna (ots) - I cantoni di Friborgo, Ginevra, Neuchâtel e Ticino dispongono di una legislazione cantonale che limita la libera circolazione degli architetti e degli ingegneri. La Commissione della concorrenza (Comco) raccomanda loro di sopprimere le disposizioni contrarie alla legge sul mercato interno (LMI). La LMI garantisce ad ogni persona con domicilio o sede in Svizzera l'accesso libero e non discriminato al mercato al fine di esercitare su tutto il territorio svizzero (art. 1 cpv. 1 LMI). La Comco ha esaminato al compatibilità delle legislazioni cantonali relative agli architetti e agli ingegneri rispetto alla LMI. I risultati di quest'esame mostrano che un certo numero di disposizioni cantonali ostacola il libero accesso al mercato in violazione della LMI. Si tratta in particolare dell'esigenza di iscriversi ad un registro, di avere un certo numero d'anni di pratica per le persone in possesso di un diploma federale o cantonale, del luogo di domicilio nel cantone e il pagamento di un emolumento per l'esercizio della professione. Fondandosi sui risultati ottenuti, la Comco ha emesso il 29 gennaio 2001 delle raccomandazioni, in conformità con l'art. 8 cpv. 2 LMI, invitando i cantoni a sopprimere le disposizioni cantonali contrarie alla LMI Il testo delle raccomandazioni è disponibile anche alla pagina Internet della Comco. ots Originaltext: Comco Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Prof. Roland von Büren Mobile +41 79 667 90 15 E-mail: bueren@iwr.unibe.ch Questo testo è disponibile sul nostro sito internet

Ces informations peuvent également vous intéresser: