Service civil

Servizio civile 2000: più domande, più giorni di servizio

    Thun (ots) - Nel corso dell'anno 2000 le domande d'ammissione al servizio civile sono au-mentate del 20 per cento rispetto al 1998 e al 1999. Le persone soggette al ser-vizio civile hanno svolto circa 200'000 giorni di servizio in favore della comuni-tà.

    L'anno scorso 1'612 persone hanno chiesto di essere ammesse al servizio civile, il che si-gnifica che vi è stato un incremento delle domande inoltrate di circa il 20 per cento rispetto agli anni 1999 e 1998. Le domande provenienti dalla Svizzera tedesca sono aumentate del 15 per cento portandosi a quota 1'048, quelle dalla Svizzera francese del 18 per cento rag-giungendo le 486 unità e quelle dalla Svizzera italiana del 56 per cento attestandosi a quota 78. In seguito a tale aumento il numero delle domande ancora in sospeso alla fine del 2000 è salito a 650.

    L'organo d'esecuzione del servizio civile ha evaso 1'398 domande nel 2000 accogliendone 1'173 e respingendone 104. Per 87 di esse si è decisa una non entrata in materia mentre 34 sono state ritirate. L'8,4 per cento dei richiedenti è stato respinto dopo l'audizione. Se si tie-ne conto anche delle decisioni formali, il 16 per cento delle domande trattate non ha avuto come esito l'ammissione al servizio civile.

    Contro queste decisioni 56 persone hanno presentato ricorso. Nel periodo in esame la com-petente Commissione di ricorso del DFE ha ammesso direttamente al servizio civile sette ricorrenti. Altri 17 ricorsi sono stati approvati. Di conseguenza un terzo di tali istanze è stato accolto.

    In Svizzera, alla fine del 2000, le persone soggette al servizio civile erano 5'923. Esse han-no potuto scegliere tra 3'554 posti ripartiti su 983 istituti d'impiego presso cui poter prestare i loro giorni di servizio. Mediamente, durante lo scorso anno, erano sempre in servizio circa 500 giovani contemporaneamente. Essi hanno effettuato, a favore della comunità, presso-ché 200'000 giorni di servizio, di cui la metà nell'ambito dei servizi sociali (per esempio assi-stenza a persone disabili o anziane e attività con i giovani). Circa 20'000 giorni di servizio sono stati impiegati per la tutela dell'ambiente e della natura. 15'000 giorni sono stati dedi-cati al settore della sanità e altrettanti per la conservazione dei beni culturali e la ricerca.

    L'organo d'esecuzione del servizio civile può stabilire, in seno agli ambiti d'attività previsti dalla legge, i cosiddetti programmi prioritari. Uno di questi programmi riguarda i lavori di sgombero per i danni causati da fenomeni naturali come tempeste e valanghe oppure le riparazioni necessarie a seguito degli smottamenti del terreno e delle inondazioni in Vallese e in Ticino. Le persone soggette al servizio civile si sono dedicate per circa 3'000 giorni ai lavori di riassettamento per aiutare i viticoltori o i contadini colpiti da tali eventi. L'anno scorso sono stati prestati approssimativamente 20'000 giorni di servizio nell'ambito del programma prioritario sull'asilo lanciato nel 1999. Visto che il numero dei richiedenti l'asilo è in calo, l'impegno da parte del servizio civile in questo campo va progressivamente esaurendosi.

ots Originaltext: DFE
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Dott. Samuel Werenfels, capo del Servizio civile, Thun,
tel. +41 33 228 19 90

Allegati:
- http://www.evd.admin.ch/InfoFlash/Zivi/
  Affectations_Procedures_2000.pdf
- Statistica relativa alla procedura d'ammissione
- Statistica relativa agli istituti d'impiego



Plus de communiques: Service civil

Ces informations peuvent également vous intéresser: