Alpen-Initiative

Il «sasso rosso del diavolo» all’impianto di Trimmis – No al turismo del sacco!

Altdorf (ots) - Assurdo: nella Svizzera orientale si incrociano trasporti di rifiuti. Chiediamo con urgenza che questo traffico venga coordinato. Il 14 novembre abbiamo consegnato all’inceneritore di Trimmis il «sasso rosso del diavolo» per la particolare incoerenza del trasporto. Autocarri trasportano pattume dal sud della Germania fino a Trimmis nei Grigioni, dove arriva anche quello ticinese, via treno fino a Landquart e poi su strada. Nel contempo, la spazzatura dell’Alta Engadina viene portata a bruciare a Niederurnen GL. I camion carichi di rifiuti si incrociano fra Ziegelbücke e Landquart e, per l’Iniziativa delle Alpi, sono un esempio di trasporti assurdi e inaccettabili. L’IdAchiede quindi una politica globale in materia a livello svizzero e il coordinamento delle capacità d’incenerimento degli impianti. Una pianificazione sbagliata – l’esempio dei Grigioni Dal 26 settembre, due o tre autocarri carichi di rifiuti parto ogni giorno feriale dai dintorni di Stoccarda e da altre zone del sud della Germania per Trimmis, nel Cant Grigioni. Ogni anno vengono così importate «per ragioni economiche» via strada 10’000 tonnellate di spazzatura, senza tener conto dei costi ambientali, dell’aumento del traffico, del rumore e dei gas di scarico. In senso inverso, e passando proprio per Trimmis, i Grigioni spediscono oltre 20’000 t dei loro rifiuti urbani all’impianto d’incenerimento di Niederurnen GL. La spazzatura viaggia per strade diverse in direzione di Glarona: 10’000 t dall’alta Engadina prendono dapprima il treno e poi sono trasbordate su autocarri, mentre altre 9’000 t arrivano via strada o per ferrovia dall’Oberland grigionese. Altri rifiuti hanno invece come destinazione Zurigo: circa 500 t sono spedite su camion dalla Valle Monastero fino a Hinwil. Pianificazione dei rifiuti sbagliata a tutti i livelli L’Iniziativa delle Alpi esige che si attui una pianificazione dei rifiuti a livello nazionale e si coordini l’impiego degli inceneritori. I seguenti enti sono chiamati in causa, per fare qualcosa contro questo assurdo trasporto di rifiuti: la Confederazione, i cantoni ed anche gli altri impianti di incenerimento. Simbolicamente e in rappresentanza degli altri, il sasso rosso del diavolo viene consegnato all’inceneritore di Trimmis. Alpen-Initiative Für Rückfragen: Alf Arnold Telefon +41/41/870'97'81 oder +41/79/711'57'13 Weiter Infos: www.alpeninitiative.ch

Plus de communiques: Alpen-Initiative

Ces informations peuvent également vous intéresser: