BfB / Cipi

Cipi: Quando l'albero di Natale diventa una trappola incendiaria

Cipi:  Quando l'albero di Natale diventa una trappola incendiaria
Durante l'avvento non siate avventati! Non lasciate mai incustodite candele accese. Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch. L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Riproduzione sotto indicazione di fonte: "obs/cipi"

    Bern (ots) -

    - Indicazioni: Una fotografia può essere scaricata su    
        http://www.presseportal.ch/fr/pm/100002394/?langid=4 -

    I rami secchi degli alberi di Natale e delle corone d'Avvento prendono facilmente fuoco e possono provocare un incendio nel giro di pochi secondi. È quello che continua a succedere ogni anno. Il Cipi, Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi, mette in guardia sul rischio di incendi, particolarmente alto nel periodo natalizio.

    Come principale misura precauzionale per la prevenzione di un incendio, il Cipi Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi, esorta a non lasciar mai incustodite le candele accese, e a spegnere perciò sempre tutte le candele prima di uscire dalla stanza. Un elevatissimo rischio di incendio è costituito dalle corone d'Avvento e dagli alberi di Natale, che nell'ambiente caldo delle case si seccano rapidamente e possono incendiarsi nel giro di pochi secondi alla fiamma ardente delle candele.

    "Una corona dell'Avvento o un albero di Natale non più freschi non sono il posto per candele accese", sottolinea Kurt Steck, esperto antincendio del Cipi. "Chi non vuole rinunciare alla romantica luce soffusa, farebbe meglio a scegliere le ghirlande elettriche."Nelle case svizzere ogni anno si verificano oltre 1000 incendi provocati da candele. Il danno che ne deriva supera i 30 milioni di franchi svizzeri.

    Nella sua nuova campagna di prevenzione degli incendi, il Cipi Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi vuole richiamare l'attenzione con manifesti ed annunci sui rischi di incendio che potrebbero derivare da alberi di Natale e corone d'Avvento. Utili consigli per una festa natalizia senza fiamme si trovano al sito del Cipi www.brandgefahr.ch. La campagna è stata ideata dall'agenzia pubblicitaria Saatchi & Saatchi.

    I consigi del Cipi per un Natale sicuro

    1. Fissate le candele sulla corona d'Avvento o sull'albero di Natale ad almeno 30 cm di distanza da qualsiasi materiale infiammabile.

    2. Fate in modo che le candele siano fissate bene ed in posizione verticale.

    3. Assicuratevi che l'albero sia collocato su una base stabile, di preferenza in un contenitore con acqua.

    4. Non lasciate mai le candele accese incustodite. Prima di uscire dalla stanza spegnete tutte le candele.

    5. Per intervenire con rapidità in caso di emergenza: tenere un secchio d'acqua pronto vicino alla corona d'Avvento e all'albero di Natale.

    E se malgrado tutte le precauzioni si sviluppa un incendio, vale sempre il principio: dare l'allarme (vigili del fuoco: 118), mettere in salvo, spegnere.

    Così l'albero di natale resta fresco più a lungo

    Già al momento dell'acquisto si dovrebbe verificare la freschezza dell'albero, sottolinea Kurt Steck, esperto antincendio del Cipi, Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi. "Un segno di freschezza è la bianchezza della superficie di taglio, che diventa grigia quando l'albero è meno fresco." Una volta a casa, l'albero dovrebbe poter rimanere per 24 ore in un grosso secchio pieno d'acqua. Prima di collocarlo, segare via gli ultimi tre centimetri del tronco, in modo da riaprire i cosiddetti vasi conduttori interni dell'albero. "Questa è la ragione per cui non si appuntisce il tronco di un abete", spiega Kurt Steck "perché così i vasi si chiudono e l'albero non può più assorbire acqua". Quando si sceglie la collocazione dell'albero bisogna badare a non metterlo in vicinanza del riscaldamento né esposto a luce solare diretta. A questo punto resta solo da aggiungere acqua al contenitore tutti i giorni e spruzzarlo con un nebulizzatore. "Queste attenzioni fanno bene anche alla corona d'Avvento", aggiunge Kurt Steck.

    Aiutate a prevenire gli incendi. Il Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi Cipi, attivo in tutta la Svizzera, ha sede a Berna ed è promosso dall'Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio (AICAA) e dall'Associazione Svizzera d'Assicurazioni (ASA). Tramite campagne mirate e un intenso lavoro educativo, rivolti tanto al personale specializzato quanto al grande pubblico, il Cipi intende mettere in guardia nei confronti dei pericoli del fuoco ed offrire consigli sulla prevenzione degli incendi. www.bfb-cipi.ch

ots Originaltext: BfB / Cipi
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Ufficio media del Centro d'informazione per la prevenzione degli
incendi Cipi
Tel.:        +41/41/727'76'77
E-Mail:    media@bfb-cipi.ch
Internet: http://www.bfb-cipi.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: