BfB / Cipi

Cipi: Evitare infortuni e incendi il 1° agosto

    Berna (ots) - Ogni anno in Svizzera in occasione del 1° agosto si registrano a causa dei fuochi artificiali centinaia di infortuni e incendi che causano milioni di danni. Il Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi Cipi e l'Ufficio per la prevenzione degli infortuni upi raccomandano di utilizzare con cautela e nel debito modo razzi e petardi, in modo da non rovinare la gioia della festa.

    Il 1° agosto è alle porte. In tutto il paese razzi, fontane e candele magiche rischiareranno ben presto il cielo notturno. L'anno scorso in Svizzera sono state consumate 1'500 tonnellate di fuochi artificiali. Il Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi Cipi e l'Ufficio per la prevenzione degli infortuni upi ricordano i pericoli che possono causare i fuochi di artificio. Ogni anno si verificano parecchie centinaia di infortuni e incendi in abitazioni o edifici accessori.

    L'impiego imprudente di prodotti pirotecnici può causare gravi infortuni. Le lesioni più frequenti sono ustioni al viso e alle mani, come pure danni alla vista e all'udito. Una distanza di sicurezza insufficiente, l'accensione di fuochi d'artificio tenuti in mano e un'esplosione anticipata sono le cause più frequenti degli infortuni. Particolarmente esposti a questo genere di rischi sono i bambini. Kurt Steck, esperto di protezione antincendio al Cipi, ricorda con insistenza che i fuochi di artificio non sono cosa da lasciare in mano ai bambini piccoli. Ai bambini più grandicelli bisogna spiegare con cura come si usano i fuochi di artificio; inoltre vanno comunque sorvegliati.

    In base ai dati forniti dagli assicuratori stabili e dagli assicuratori privati svizzeri i danni imputabili agli incendi causati da fuochi di artificio ammontano in media a tre milioni e mezzo di franchi all'anno. I proprietari di appartamenti e case possono prendere alcune misure precauzionali per la sera del 1° agosto, chiudendo finestre e lucernari, togliendo i materiali infiammabili dai balconi e avvolgendo le tende esterne.

    Si vedano anche i consigli del Cipi e dell'upi per un 1° agosto sicuro

    8 consigli sicuri per divertirsi senza infortuni il 1° agosto

    I consigli del Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi Cipi e dell'Ufficio per la prevenzione degli infortuni upi garantiscono un 1° agosto sicuro e senza infortuni.

    1. Quando comprate i fuochi di artificio: fatevi spiegare dal
         venditore il funzionamento dei fuochi e prima di accenderli
         studiate le istruzioni per l'uso.

    2. Proteggete i bambini: i fuochi di artificio non vanno lasciati
         in mano ai bambini piccoli. Sorvegliate i bambini più
         grandicelli quando accendono i fuochi di artificio. Controllate
         che i bambini mantengano una distanza di sicurezza sufficiente
         dai fuochi di artificio.

    3. Rispettate le distanze di sicurezza: i fuochi di artificio non
         vanno mai accesi in mezzo a un gruppo di persone, inoltre
         bisogna mantenere una distanza sufficiente da boschi, campi
         coltivati ed edifici.

    4. Supporto solido per i razzi: lanciate i razzi soltanto da
         bottiglie o tubi ben fissati al suolo.

    5. Vietato fumare: nella vicinanza dei fuochi artificiali si deve
         rispettare il divieto assoluto di fumare.

    6. Non riaccendete i fuochi di artificio che non sono partiti: non
         tentate di riaccendere fuochi di artificio che non sono
         partiti. Pericolo di esplosione.

    7. Rischio di incendio nei rifiuti: i fuochi di artificio già
         utilizzati  possono incendiarsi nel secchio dei rifiuti. Per
         questo motivo i residui dei fuochi d'artificio vanno annaffiati
         d'acqua o lasciati raffreddare per almeno due ore.

    8. Proteggete case e appartamenti da razzi impazziti: chiudete
         porte e finestre, togliete i materiali infiammabili dai balconi
         e avvolgete le tende esterne.

    "Aiutate a prevenire gli incendi" è il motto e la missione centrale del Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi Cipi. Il Centro d'informazione, con sede a Berna, è promosso dall'Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio (AICAA) e dall'Associazione Svizzera d'Assicurazioni (ASA). Tramite campagne e un intenso lavoro di sensibilizzazione rivolto sia agli specialisti sia al vasto pubblico, il Cipi intende mettere in guardia contro i pericoli del fuoco, al fine di prevenire gli incendi. www.bfb-cipi.ch

ots Originaltext: Ufficio media del Centro d'informazione per la
                            prevenzione degli incendi Cipi
Internet: www.presseportal.ch/fr

Contatto:  
Ufficio media del Centro d'informazione
per la prevenzione degli incendi Cipi
Tel.: +41/41/727'76'77



Plus de communiques: BfB / Cipi

Ces informations peuvent également vous intéresser: