BfB / Cipi

Botti innocui il 1° agosto - Fuochi di artificio: consigli per evitare infortuni e incendi

    Berna (ots) - Il 1° agosto si avvicina e fra non molto fuochi di artificio di ogni genere rischiareranno il cielo notturno. A causa della prolungata siccità il Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi, l'Ufficio svizzero per la prevenzione degli infortuni upi e l'Ufficio Svizzero di coordinazione fuochi di artificio quest'anno invitano a una particolare prudenza e forniscono alcuni importanti consigli per un 1° agosto sicuro e senza incidenti.

1. Rispettate le prescrizioni cantonali e comunali per l'accensione     di falò o l'uso di fuochi di artificio nella regione (in alcuni     Cantoni è già in vigore un divieto al riguardo). 2. I fuochi di artificio possono essere accesi soltanto se c'è una     distanza sufficiente da boschi, campi e case. 3. Al momento dell'acquisto, fatevi spiegare il funzionamento dei     fuochi e prima di accenderli studiate le istruzioni per l'uso. 4. I fuochi di artificio non sono adatti ai bambini. Sorvegliate     attentamente i bambini piccoli quando si accendono i fuochi di     artificio. 5. Lanciate i razzi soltanto da bottiglie o tubi ben fissati al     suolo. 6. Nella vicinanza dei fuochi artificiali si deve rispettare il     divieto assoluto di fumare. 7. Non cercare di accendere nuovamente i fuochi di artificio che non     sono partiti. Pericolo di esplosione. 8. I resti degli articoli pirotecnici utilizzati devono essere     lasciati raffreddare per almeno 2 ore sul posto. Perciò questi     residui non possono essere gettati nei rifiuti subito dopo averli     accesi. Vi sarebbe un grosso pericolo di incendio. 9. Chiudere porte e finestre. Questa misura precauzionale vale anche     se non si fanno partire fuochi di artificio.

    Ogni anno in Svizzera vengono accese 1'500 tonnellate di fuochi di artificio, per la maggior parte il 1° agosto. L'uso improprio di razzi e altri articoli pirotecnici causa ogni anno centinaia di infortuni e incendi. Negli ultimi dieci anni i fuochi artificiali hanno causato incendi per un totale di circa 36 milioni di franchi di danni.

    Nelle mani dei bambini i fuochi di artificio sono pericolosi

    I fuochi di artificio - sono tali anche articoli apparentemente innocui, come candele magiche e fontane - non vanno lasciati in mano ai bambini piccoli. Infatti è troppo grande il rischio che possano ferirsi e ustionarsi. "I bambini grandicelli e i giovani devono imparare a usare correttamente i fuochi artificiali insieme a un adulto", consiglia Kurt Steck, l'esperto del Cipi. Invece non servono a niente i divieti, spiega Kurt Steck: "Al massimo invogliano a fare di nascosto giochi pericolosi con i petardi".

    Non toccare i fuochi di artificio inesplosi

    Sono molto pericolosi i razzi e i petardi che dopo l'accensione della miccia non partono e si spengono di nuovo. Se si cerca di riaccenderli, si rischia un'esplosione. L'esperto del Cipi consiglia di avvicinarsi al fuoco di artificio difettoso solo dopo che sono trascorsi cinque minuti, di versargli sopra dell'acqua per sicurezza e alla fine di metterlo in un secchio pieno d'acqua.

    Consigli per una festa nazionale sicura

    In caso di incendio mantenere la calma e agire con ponderatezza: allertare i pompieri chiamando il N. 118; salvare persone e animali; spegnere l'incendio senza correre rischi.

    Il nuovo opuscolo Cipi "Mezzi per prevenire gli incendi" informa, oltre che sugli altri rischi della casa, anche sul pericolo di incendio che comportano i fuochi artificiali. L'opuscolo può essere ordinato gratuitamente da: Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi Cipi, casella postale 8576, 3001 Berna, oppure sito internet www.bfb-cipi.ch

    "Aiutate a prevenire gli incendi" è il motto e la missione centrale del Centro d'informazione per la prevenzione degli incendi. Il Centro d'informazione, con sede a Berna, è promosso dall'Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio (AICAA) e dall'Associazione Svizzera d'Assicurazioni (ASA). Tramite campagne e un intenso lavoro di sensibilizzazione rivolto sia agli specialisti sia al vasto pubblico, il Cipi intende mettere in guardia contro i pericoli del fuoco, al fine di prevenire gli incendi. www.bfb-cipi.ch

ots Originaltext: Centro d'informazione per la prevenzione degli
                            incendi Cipi
Internet: www.presseportal.ch

Contatto:
Ufficio media del Centro d'informazione per la prevenzione degli
incendi Cipi
tel.:    +41 41 727 76 77
E-Mail: media@bfb-cipi.ch



Plus de communiques: BfB / Cipi

Ces informations peuvent également vous intéresser: