Schweizerisches Rotes Kreuz / Croix-Rouge Suisse

Comunicato stampa della Piattaforma nazionale per l'assistenza medica ai sans-papiers: L'accesso alle cure non è garantito per tutti in tutti i Cantoni svizzeri !

Bern (ots) - Il diritto alla salute è un diritto fondamentale dell'essere umano e l'accesso alle cure è un elemento essenziale di questo diritto. Alcune regioni in Svizzera però non dispongono di un sistema per facilitare l'accesso alle cure per le popolazioni vulnerabili; in altre è impossibile accedere ai sussidi cantonali indispensabili per le fasce più povere della popolazione. Tra queste, le persone senza statuto legale che vivono e lavorano in Svizzera i cui redditi non permettono di far fronte ai costi dei premi assicurativi. In una brochure intitolata «accesso alle cure da parte delle popolazioni vulnerabili in Svizzera» la Piattaforma nazionale riassume e sintetizza le costatazioni fatte dai suoi membri in materia di accesso alle cure nei diversi cantoni. Fra i principali problemi rilevati emerge le disparità tra i diversi cantoni. Nell'opuscolo della Piattaforma figurano alcune raccomandazioni; due sono particolarmente importanti per garantire il diritto alla salute per tutti:

   - Garantire l'accesso alle cure per tutti in tutti i cantoni 

Ogni cantone dovrebbe disporre di un dispositivo sanitario primario di facile accesso per tutti. Questo dispositivo permetterebbe di migliorare la promozione della salute, la prevenzione, la qualità e la continuità delle cure.

   - Permettere l'accesso all'assicurazione malattia e ai sussidi in 
     tutti i cantoni 

Nel 2002 una direttiva federale precisa che le persone prive di statuto legale rientrano tra le categorie sottoposte all'assicurazione obbligatoria e che le compagnie assicurative sono tenute ad affiliarle: la Piattaforma chiede che questa direttiva venga applicata. Parallelamente è importante permettere la richiesta di sussidio affinché l'assunzione dei costi elevati dei premi di assicurazione sia possibile. A questo scopo i cantoni dovrebbero, per l'inoltro di una domanda, permettere l'auto-dichiarazione sulla situazione finanziaria.

Con queste raccomandazioni la Piattaforma ribadisce che le disposizioni riguardanti l'accesso alle cure devono essere applicate uniformemente a livello nazionale e non in riferimento a uno statuto legale. Lottare contro le disuguaglianze sociali e nell'ambito della salute ha un effetto benefico sull'insieme della società, sulla coesione sociale et sulla stabilità economica.

Link opuscolo: www.sante-sans-papiers.ch/accesso-alle-cure

La Piattaforma nazionale per l'assistenza sanitaria ai sans papiers riunisce dal 2006 diverse istituzioni : Antenna May Day Tessin, Aide Suisse contre le Sida Zürich, Anlaufstelle für Sans-Papiers Basel, Berner Beratungstelle für Sans-Papiers Berne, CRS Assistance médicale pour les Sans-Papiers Bern, Consultation Ambulatoire Mobile de Soins Communautaires (CAMSCO/HUG) Genève, Dispensaire des rues Neuchâtel, Fri-Santé Fribourg, HEKS/EPER (SPAGAT) Aarau, Kontakt- und Beratungstelle für Sans-Papiers Lucerne, Médecins du Monde Suisse, Meditrina SRK Zürich, Pharmaciens sans frontière Genève, Policlinique Médicale Universitaire (Unité des Populations Vulnérables) Lausanne, Point d'Eau Lausanne, Sans-Papiers Anlaufstelle Zürich SPAZ Zürich.

Contatto:

- Médecins du Monde, Antoine Morata: 032 725 36 16 / 078 854 32 65
(francese)
- Consultation Ambulatoire Mobile de Soins Communautaires, Dr Marius
Besson: marius.besson@hcuge.ch (francese)
- Antenna MayDay, Monica Marcionetti: 079 590 39 46 (italiano)
- Croce Rossa Svizzera: Corinna Bisegger : 031 960 76 47 / 079 204 80
39 (tedesco)



Plus de communiques: Schweizerisches Rotes Kreuz / Croix-Rouge Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: